Perché un Uomo Sposato Tradisce la Moglie?

Voglia di sesso, egocentrismo o ricerca dell’amore vero? Ecco cosa spinge l’uomo sposato a tradire sua moglie.

Venor - Seduzione Sesso Amore
Perché un Uomo Sposato Tradisce la Moglie? - Venor - Seduzione Sesso Amore
Una donna che amiamo raramente basta a tutti i nostri bisogni, e la inganniamo con una donna che non amiamo.
Marcel Proust

Ho voluto trarre un articolo da un commento scritto da un uomo sposato perché a mio avviso porta alla luce alcune delle motivazioni profonde che portano un uomo a tradire la propria moglie e ad illudere un’altra donna di poter avere il suo amore.

Questo articolo interessa sicuramente sia l’uomo sposato che si sente incline al tradimento, sia la donna sposata che si sente minacciata da un possibile tradimento del marito. In molti casi i ruoli possono essere invertiti, quindi molti concetti valgono anche per una donna che decide di tradire il marito e per un marito che sente la moglie a rischio tradimento. Ultima categoria interessata, le amanti, che per amor di lui si creano le illusioni più dolorose e prendono le decisioni più distruttive per la propria vita.

E` un articolo scritto (come molti altri su Venor) in stretta sinergia col mio compagno, in modo da poter analizzare nel modo più obiettivo e comprensivo possibile questo insidioso nemico che rischia di trarre, sia le donne che gli uomini, in una spirale di passione dai caratteri fortemente autodistruttivi.

Che venga chiamato “amore fedifrago” o “scappatella” è un rischio che può riguardare tutti noi e dobbiamo quindi essere preparati a riconoscerne le cause ed i sintomi per porvi rimedio nel modo meno doloroso possible.

Chi è arrivata qui ha cercato:
  • Se un uomo sposato tradisce la moglie vuol dire che non la ama?
  • Ama me ma non lascia la moglie perchè?
  • Perché gli uomini sposati tradiscono
  • Uomo sposato che tradisce la moglie mi ama?
  • Perché il mio uomo sposato tradisce la moglie ma non la lascia

Il tradimento ci fa sentire vivi

Esattamente come il bungee jumping, le montagne russe o una grande coppa di gelato. La scariche di adrenalina possono essere paragonabili al lanciarsi con il paracadute, mentre l’assuefazione che provoca può essere assimilata al lasciarsi andare ancora una volta ad un’abbuffata o all’ennesima sigaretta.

Riporto subito il commento di Paolo (in risposta a Innamorata di un uomo sposato, c’è speranza?) che, seppur con poche parole, riesce ad esprimere molto meglio di noi questo concetto:

Amare e corteggiare un’altra donna mi fa sentire vivo

Nel commento di Paolo molti uomini potranno riconoscere (in maniera molto accentuata, come sotto una lente di ingrandimento) alcune emozioni che, una volta o l’altra, avranno fatto capolino nei loro pensieri, quando magari una donna piacente ha stuzzicato la loro immaginazione al bar, o quando la collega carina ha dato loro chiari segnali di disponibilità.

In questo stesso commento le donne potranno riconoscere il senso di sfida che gli uomini provano quando, seppur sposati o accompagnati da anni, fanno in modo di incrociarle nei corridoi per poter scambiare una qualche battuta, un sorriso un po’ più eloquente, uno sguardo più interessato di quanto sia comunemente lecito. Potranno forse riconoscere, in maniera solo accennata, anche quel senso di vita che provano quando vivono questa situazione in prima persona.

A tutti comunque, corteggiare, ma soprattutto essere corteggiati, crea quella sensazione di “onnipotenza”, di pace profonda con se stessi. Ci fa sentire bene e spesso ha poca importanza l’altra persona in sé, quello a cui teniamo davvero è il nostro compiacimento personale, è il nostro sentirci bene in quella situazione. Questo vale tanto per gli uomini quanto per noi donne.

Caro Paolo,
spero che tu stesso potrai leggere nelle tue parole ciò che leggiamo noi. Il tuo modo di esporre i tuoi sentimenti molto schietto e sincero permette di vedere quale sia il pensiero profondo che passa per la mente di un uomo (o di una donna, a ruoli invertiti) quando pensa ad una relazione extraconiugale prima che vi venga applicato il filtro dei “buoni sentimenti” e del politicamente corretto.

In queste poche parole sei riuscito ad inserire tante qualifiche e tanti aggettivi descrittivi riguardanti una persona ben specifica: “charme”, “tanta intelligenza”, “bravo padre”, “bravo marito”. Abbiamo provato a rintracciare qualche considerazione delle altre quattro persone che completano la tua storia: tua moglie, i tuoi due figli, la tua amante. Forse rileggendolo ti sorprenderà vedere che… non hai speso nemmeno una parola per nessuno di loro.

Ma io sono realmente innamorato della mia amante!

Probabilmente la prima reazione che abbiamo leggendo queste righe è di pensare “No, non mi rappresenta per niente. Non ho questo egotismo e soprattutto io voglio davvero bene alla mia amante”. Ebbene, quello che vi stiamo dicendo è proprio che questi sono i pensieri profondi di tutti noi quando accarezziamo l’idea di un’avventura o quando concretizziamo l’idea nell’azione.

Perché nessuno vuole ammetterlo con se stesso e con gli altri, ma queste relazioni non nascono mai da un profondo desiderio di amare una persona… Queste relazioni hanno l’unico scopo di far sentire “più” amati, “più” desiderati, di regalare “più” vita. Tutto è unicamente incentrato sulla persona che decide di tradire e non c’è nulla di vero e profondo per le altre persone coinvolte.

Questo ci porta alla domanda più importante:

Quanto bisogno di amare se stessi si può trovare dietro ad un tradimento?

Questo è a nostro avviso il punto fondamentale da cui iniziare a cercare dentro noi stessi per capire cosa ci porta ad accettare il dolore, la dipendenza e l’intossicazione che una relazione extraconiugale può portare nella nostra vita nello stesso momento in cui ci abbandoniamo ad essa.

Come dicevamo questo articolo si rivolge sia agli uomini che alle donne, perché il bisogno di sentirsi vivi, chiamiamolo anche “amarsi profondamente”, è ciò che porta l’uno e l’altro sesso sull’insidiosa strada del tradimento.

Spesso la convivenza o il matrimonio ci richiedono di modificare le nostre abitudini di vita. Se prima avevamo molto più tempo da dedicare a noi stessi, per curare il nostro aspetto fisico ed il nostro corpo, vestirci in maniera ricercata e passare lunghi momenti da soli a fantasticare davanti allo specchio, adesso tutto questo sembra quasi dimenticato. Ha naturalmente lasciato il posto ad altre incombenze più pragmatiche, come fare la spesa, pagare le bollette o passare del tempo con la nostra famiglia.

Immagino che a tutti sarà quindi capitato, almeno una volta nella vita, di passare un periodo più duro di altri e, nel guardarsi allo specchio, sentire di non essere soddisfatti della propria vita e di se stessi. A volte si può avvertire anche la sensazione di non riconoscersi più e si può cominciare a sentire un crescente senso di smarrimento… La nostra vita non è come l’avevamo fantasticata dieci anni prima e sembra sfuggirci sempre più ogni giorno che passa.

E` qui che nasce il desiderio di evasione. Il tradire spesso si rivela essere più un evadere dalla normalità della vita che una ricerca di un’altra compagna/compagno (anzi, raramente è così).

Spesso vogliamo solo sentirci ancora in grado di piacere a qualcuno che non sia la persona che abbiamo sposato e che spesso ci considera “scontati”. Vogliamo risultare simpatici, irresistibili e desiderati. Abbiamo bisogno di un amore fisico e passionale per provare a noi stessi di essere ancora vivi e in grado di regalare emozioni. Piacere a qualcuno, quindi, per piacersi.

Per chi è dall’altra parte

Ciò che spinge un uomo o una donna al tradimento dovrebbe far riflettere chi invece si trova all’altro capo della relazione extraconiugale. Le amanti, soprattutto, dovrebbero comprendere in maniera molto chiara che, con queste premesse, questa relazione resterà per sempre quello che era in principio: una storia di evasione dalla realtà.

[Per un approfondimento puoi leggere: Uomo Sposato, Uomo Sbagliato e Come uscire da una storia con un uomo sposato]

Non si può negare che ci siano casi in cui uomini scelgano di lasciare la moglie, ma questo non avviene mai per amore dell’amante. Questi uomini sono già in cerca di una moglie diversa, che si occupi di loro, che cucini, stiri e sappia dove sono i loro calzini, perché probabilmente la moglie attuale non è in grado di fare nulla di ciò.
In ogni modo, se al primo incontro non stanno cercando una nuova moglie, è probabile che la situazione non cambi nemmeno in futuro, anche se la relazione extraconiugale dovesse durare 10 anni.

Queste relazioni inoltre sono sempre appese a un filo, perché data la situazione difficile e rischiosa, questi uomini consciamente o inconsciamente cercheranno di porvi rimedio chiedendosi:

Come faccio a smettere di tradire?

Abbiamo deciso dedicare a questo argomento un articolo a sé stante.
Potrete infatti vedere quali siano i passi con cui riprendere il controllo della propria vita e iniziare il percorso più importante, quello di riavvicinamento al partner, nell’articolo Come faccio a smettere di tradire?.

Non tralasciate la lettura di questa “parte pratica”. La presa di coscienza non è nulla se non è seguita dall’azione 😉

Conclusione

Questo è un articolo molto diretto, che però speriamo possa indurre a riflettere attentamente sulle motivazioni più profonde che portano a crearsi una vera e propria tossicodipendenza (da cui, come nel caso degli stupefacenti, è difficile uscire e porta, sul lungo periodo, più infelicità che altro).

Come tutti gli altri articoli di Venor questo è un articolo aperto, quindi sentitevi assolutamente liberi/e di commentare e di approfondire questi contenuti con le vostre riflessioni e considerazioni. Dato l’argomento però vi invitiamo a cercare di non lasciarvi trasportare troppo dalle emozioni e di scrivere sempre nel rispetto di tutte le parti interessate dal vostro commento.

E poi… rimbocchiamoci le maniche per la parte pratica!

Immagini tratte da Google Immagini
Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo
con le tue amiche!
Gratis

SAT - Scelto Attratto Tuo

La Guida per Conquistarlo

  • Smetti di perdere tempo con uomini non adatti a te
  • Attrai da subito l'uomo che hai scelto
  • Conquista il suo cuore e fallo tuo
SAT - Scelto Attratto Tuo: I 3 Passi per Conquistare un Uomo - Venor - Seduzione Sesso Amore
Inserisci il tuo nome e la tua e-mail e riceverai direttamente nella tua casella di posta il link per scaricare la guida
I tuoi dati sono considerati confidenziali e non verranno mai ceduti a terzi.
Sei d'accordo con quello che abbiamo scritto?
Hai bisogno di un consiglio specifico?
Scrivicelo nei commenti!
⇣⇣
  • Alberto

    Ciao Francesca,

    circa una settimana fa ho conosciuto il tuo blog, che mi ha catturato. Mi sono commosso a leggere i tuoi articoli e i commenti che ci sono. Non mi sarei fermato qui da te se non fossi
    stato anche io travolto dal mare di emozioni che a un certo punto entra dall’esterno
    nella tua vita, o forse che facciamo entrare nella nostra vita… Sono sposato da
    molti anni e ho due figlie. Sette mesi fa ho incontrato una donna meravigliosa,
    siamo usciti insieme, mi ha affascinato, l’ho corteggiata, lei prima ha resistito e poi mi ha fatto capire che le piacevo, ci siamo scambiati dei segnali sul nostro stato civile, io sposato e
    lei libera. Parlo forse di segnali e non di dichiarazioni vere e proprie,
    sicuramente per paura di dire di più, di invadere e soprattutto di rompere un
    incantesimo. Perché ormai eravamo andati oltre, stavamo bene insieme, ci
    cercavamo pur vivendo in due città diverse e quindi anche con meno possibilità
    di vederci. Eravamo di recente insieme in Spagna, ognuno con il proprio lavoro, una situazione indimenticabile. Parliamo di noi e lei mi dice che veniva
    proprio da una relazione con un uomo sposato. Mi fa capire la sua angoscia e
    rabbia per la situazione che si trovava ancora una volta a vivere. Mi dice che
    sapeva già tutto quello che sarebbe arrivato dopo, come questo blog spiega
    benissimo. Mi ha chiesto di fermarci qui. Per me è durissima e soffro, penso
    tanto a lei, ma è quello che sto facendo, non la sento più da giorni. Questo
    blog mi sta aiutando e capisco che per amore nei suoi confronti è così che deve
    succedere. Riuscirò mai a rivedere questa donna meravigliosa nuovamente con
    occhi diversi? E io che rientro nel mio matrimonio e nella mia famiglia?
    Nonostante la grande sofferenza, mi sento più ricco per essermi sentito vivo,
    anche più consapevole, ma non quanto basta per sapere come gestire il bisogno
    di “amarsi profondamente”. Come rientrare nella propria vita, ritrovare il
    proprio partner, i figli e non perdersi nuovamente nel futuro della vita per
    sentirsi ancora vivi? Grazie, Alberto

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Alberto, mi fa molto piacere leggere il commento di un uomo che ha affrontato la situazione con rispetto verso la sua amante. Come lei ti ha chiesto, le stai lasciando la possibilità di costruire una relazione che la possa appagare pienamente e, per farlo, hai messo da parte te stesso… questo comportamento ti fa molto onore.

      Ora dovrai darti tempo e modo di capire come ristabilire un buon equilibrio nella tua vita e per farlo, ti suggerisco di leggere e seguire i vari punti dell’articolo Come faccio a smettere di tradire? che abbiamo pubblicato da poco e che è idealmente la parte pratica di questo articolo.

      Spero possa aiutarti a riprendere in mano la tua vita e il tuo matrimonio e, se lo vorrai, fammi sapere se ti è d’aiuto e se vi sono punti che ti interesserebbe approfondire maggiormente.

      A presto,

      Francesca.

      • Henry

        Come smettere di tradire? Allora siamo di fronte a persone che non sanno quello che fanno? Cioè uno tradisce così, non sa perché, e poi vorrebbe ritrovare l’equilibrio nel suo matrimonio, ma uno così è meglio perderlo che trovarlo.
        I tradimenti nella coppia sono comunque una questione interna alla coppia; nella pratica della realtà tutti gli uomini tradiscono o vorrebbero farlo, e ho visto persino ragazze fidanzate e giovani appena sposate con bambini piccoli interessarsi ad altri uomini
        Anche se questa non è una realtà che mi riguarda, una persona deve essere libera di realizzare le relazioni che vuole, se non da fastidio a nessuno, sono affari suoi e delle sue relazioni. credo anche che pensare di stabilire l’equilibrio della propria vita basandosi sul non tradire, sia, oltre che stupido, da persone poco serie.
        La propria vita la si può prendere in mano quando non c’è nessuno che ci si intrufola dentro sorvegliandoti a vista, e quindi pronto a rovinarti qualsiasi iniziativa a piacimento, se non scegli, fai o dici, esattamente quello che vuole lui.
        Se poi siamo in un mondo di subumani pronti ad accettare questo modo di fare, potete anche cambiare i nomi alle cose quanto volete, per me siete solo ridicoli, ma la propria vita non la si può prendere in mano mai.

        • Tardy

          Bhé… Io quello che faccio lo sò…. Sorrido sempre davanti a una bella donna….. Allungo le mani anche se lei se ne sta composta sicuro del mio fascino…. Mi faccio un sacco di castelli in aria anche se lei non dice proprio nulla……e non fa proprio nulla…. Mi permetto di cercarla anonimamente dopo che lei pur essendo stata sempre gentile e corretta non si è fatta più vedere…. con tutte le accuse, le volgarità che mi pare…… tanto so che posso contare su violenza, minacce e ricatti anonimi, diffamazioni, appoggi da parte di opportunisti speranzosi e lecchini di altolocati come me….. Passo vent’anni a scrivere messaggini ovunque e stronzate sui giornali…..

        • Tardy

          Bhe….. Quello che faccio io lo so….. sorrido sempre davanti a una bella donna…. allungo le mani anche se lei se ne sta composta sicuro del mio fascino…. mi faccio un sacco di castelli in aria anche se lei non dice proprio nulla… e non fa prorpio nulla…… mi permetto di cercarla anonimamente anche se lei… pur essendo stata sempre gentile e rispettosa… non si è fatta più vedere…. con tutte le accuse e le volgarità che mi pare…. tanto so che posso contare su manovre oscure e anonime, omertà…. appoggida parte di opportunisti e lecchini di altolocati come me…. passo vent’anni a scrivere messaggini ovunque e stronzate sui giornali….

        • Tardy

          Bhé … quello che faccio io lo so….sorrido di continuo davanti a una bella donna….. allungo le mani sicuro del mio fascino… mi faccio un sacco di castelli in aria anche se lei non dice prorprio nulla… e non fa proprio nulla… mi permetto di cercarla anonimamente dopo che lei pur essendo stata sempre gentile e corretta non si è fatta più vedere… e passo vent’anni a scrivere messaggini ovunque e stronzate sui giornali

        • Linda

          A dir la verità mi sono accorta già da un bel pezzo che è inutile comunicare, anche se lo faccio più che altro per semplice espressione/sfogo perché la gente è decerebrata, ma non riesco a smettere di stupirmi… così si può pubblicare tranquillamente che ti si guarda continuamente nella vita privata sabotandoti qualunque iniziativa, e quindi ucciderti lentamente, ma non si può dire, è impubblicabile, che uno abbia sorriso, che abbia allungato una mano per toccare semplicemente un’altra persona, come fosse un delitto micidiale innominabile.
          Io vi dico che voi esseri umani che permettete e acconsentite tutto questo, siete pazzi.
          Io non ho avuto niente da dire con chi ha fatto, anche gentilmente, questo, e infatti non ne avevo mai detto niente, ma con chi ti passa sopra con estremo spregio di ogni diritto guardandoti nel privato, già da solo mezzo di distruzione, inventando maldicenze, tentando di portarti al suicidio con presunte abilità dialettiche, su questo ho da dire.
          Voi tenetevi pure gli assassini sul lungo periodo, chi porta alla rovina gli altri per biechi, indiscutibili, motivi, ma non è interessato a nulla che abbia sfumatura di sesso nella sua vita privata, se non nel matrimonio, beninteso, (palle), allontanate pure da voi chi avrebbe buoni programmi, chi vi avrebbe portato alla lunga del bene, perché dovete andare a guardare se ha fatto un’avance a qualcuno oppure no, o roba del genere,
          Io preferisco crepare per mano degli idioti che averne gli elogi.

        • enza

          Io

        • arianna

          grande!!!!

    • Ester

      “Il mare di emozioni”, a volte,  non lo facciamo entrare nella vita, ma entra da solo, quando dagli scritti ti è fatto capire che ti si vede, sente, controlla ovunque, e che si manifesteranno maldicenze che ti saboteranno qualunque tipo di movimento nella vita, se tu non avrai un preciso comportamento, o non asseconderai quelle maldicenze.
      Anche a me ricordano delle “emozioni” certe parole, quelle di un individuo che avevo conosciuto, che tra le righe, faceva capire che mi accusava di averlo provocato, 
      Io avrei voluto discutere la questione da persone mature, per questo avevo tentato di parlarne.
      Se tu non mi avessi cercato, (mi rivolgo al tipo) con queste accuse, non ti avrei mai risposto,  è inutile che continui a dire che ti ho risposto perché volevo iniziare una relazione, e a ripeterlo per vent’anni, con tali persecuzioni anonime.
      Se bisogna parlare poi di provocazioni, queste le hai fatte tu a me.

  • laura

    sarò breve…………. è esattamente quello che è successo a me………….pensavo davvero di aver trovato l’altra metà della mela…………. ho rovinato il mio matrimonio………..la mia vita sociale……….lavorativa ……..e lui???? bhe!!!!! mi saluta come se nn fosse successo nulla………come se nn avesse nemmeno capito cosa è successo………..cosa ha combinato………….. provo pena per la moglie, tradita da sempre prima e durante il matrimonio …………..per avere accanto un uomo all’apparenza migliore di lei …………….. che stiano insieme x sempre…………si meritano……….nessuno dei due merita di meglio…………spero di potervi essere utile prima di fare troppo casino nelle vostre vite………baci laura

    • Ennea

      Vorrei sapere cosa c’entra aver rovinato la vita sociale e lavorativa perché hai sbagliato a credere di aver trovato l’altra metà della mela. Se sono queste le valutazioni su cui si fondano le amicizie e si ottengano posti di lavoro direi che le amicizie e le attività lavorative fanno proprio schifo.
      Poi vorrei sapere come fai a dire di aver rovinato il tuo matrimonio e allo stesso tempo di dover trovare l’altra metà della mela.
      Le relazioni private personali non devono essere interesse di nessuno, di nessuna persona seria, quando non contengono reati. Quando i reati ci sono escono fuori da soli, e se tali sono, si palesano e si dibattono.
      E trovano lavoro, mi sembra, anche gli assassini dei genitori, perciò mi sa che il casino nella vita l’abbiano fatto a te.

  • solaris

    la prima. volta che mi capita dopo un insistenza durata quasi sei anni ho sempre rifiutato uomini sposati mi sono sempre detta sono libera che me ne faccio di un uomo sposato ma adesso voglio provare tranquilli non mi illudo assolutamente come si fa a fidarsi di una persona che tradisce solo dopo cinque mesi di matrimonio?anzi questi sono i matrimoni che durano tutta la vita senza amore solo interesse

  • Gilda

    Io ho cominciato a flirtare con un collega di lavoro sposato da 5 mesi…già da prima mi faceva la corte…Io all’inizio mi sentivo attratta, avevo voglia solo di un’avventura e poi pian piano più lo conoscevo e più mi piaceva meno…Risultato? Quando lui finalmente pensava che cedessi, gli ho detto che era meglio che rimanessimo amici!!! Non vi dico lui ora come è adirato nei miei confronti! Dice di stare male, ma in realtà gli frega solo di non avere potuto consumare!!! Io non ho cambiato comportamento, saluto, parlo come prima, lui invece se può mi evita! Questo dimostra anche l’immaturità! Io tante volte ho avuto amori finiti male o non corrisposti, ma quando alla base rimane un’amicizia o il rispetto reciproco in realtà non si è perso nulla. Quando alla persona non frega di mantenere il rapporto, non frega neanche niente della persona. E allora mi ritengo salva e lui invece è una persona vuota di cui non frega neanche della moglie.

    • Mario S

      Ttu si che sei matura: prima lo hai fatto salire di giri e poi hai tirato il freno a mano .Il tuo narcisismo sarà soddisfatto. Spero che ti farà compagnia quando rimarrai sola.

      • http://www.venor.it/ Francesca

        Per quale motivo questo episodio dovrebbe portarla a rimanere sola? Perché ha rifiutato di arrivare “al dunque” con un uomo che non ha saputo nemmeno corteggiarla? (altrimenti non gli sarebbe piaciuto sempre meno, non credi? 😉 )

        La maturità a volte si manifesta proprio nel capire che una persona “non ne valga la pena”, a volte, anche nel non esprimere giudizi affrettati.

        Quando si può è sempre meglio confrontarsi anziché accusare.
        Francesca.

      • Elle

        Ma se era lui che le faceva la corte, vuol dire che è stato lui a tentare di farla andare su di giri, solo che lei invece si è trattenuta e se ne è andata. Immaturo è chi non sa capire e accettare le situazioni e si adira e riempie di livore invece di farsi la sua vita. A volte si vede solo quel che si vuol vedere pensando alle proprie situazioni personali. 
        La quasi totalità delle persone si comporta, e sta, con gli altri per convenienza, e/o per debolezza, anche in situazioni e con persone, in modo manifesto o non manifesto, indegne. 
        Ma anche se le persone migliori sono deselezionate e messe in recessione c’è ancora chi sa dire no e sa rinunciare a ciò che non ha vero valore e le sue “comodità” che può portare.
        Io per esempio avrei potuto avere l’amicizia e la compagnia, e le occasioni di averle, di tutte quelle persone che ho invece volontariamente allontanato, preferendo stare sola. E se penso a certe compagnie mi viene da ridere. Almeno, a me viene da ridere, poi per voi saranno compagnie.
        Le situazioni per valutarle bisogna conoscerle, e se si vuole vedere una parte sola non si vede davvero la realtà, così come chi vuole raccontarla solo lui, (peggio ancora con sabotaggi e minacce), non la racconta giusta.

        • Giglio

          ha fatto benissimo infatti.. inoltre dove sta scritto che una persona se flirta deve consumare per forza?? ma queste code succedono nell’ordinario sia per uno che per l’altro sesso… ma almeno, in questo caso, lei è stata fortunata! ha evitato di farlo con un uomo impegnato.. non era neanche libero! che pretese pensa di avere??

  • donnarrr

    Che stupidaggini. Di norma le mogli sono molto più brave di noi a gestire una casa o un uomo. Il mio uomo, sposato, per forza! Mi ha detto “se avessi cercato una donna brava in cucina, avrei cercato una cuoca, se avessi cercato una brava a stirare, l’avrei cercata in una lavanderia”. Perchè mi ha scelta? Perché sorrido, so farmi valere, non sono stupida e lo assecondo in tutto. Non sono la “signora no”. Il suo matrimonio era già finito prima. Quando mi ha conosciuta ha semplicemente avvalorato quello che ipotizzava non fosse normale: una donna distante, menefreghista e incentrata sui figli, anaffettiva e che lo ha lasciato solo praticamente per tutta la durata del matrimonio, abitando in un’altra città. Penso che lui l’abbia amata ma con me è ritornato a vivere, ad avere un’intimità e un’autostima. Ci sono troppe donne e troppe mogli ingorde che considerano il proprio marito una nullità. Lui invece è un ottimo padre e un ottimo professionista. Da amante, perché è questo il mio ruolo sebbene lui si arrabbi quando mi definisco così, ho visto il bello e il brutto di lui, ma resta il rispetto: quello che sua moglie non è stata capace di dargli. Penso che le colpe siano al cinquanta per cento in tutto, però bisogna guardare al presente: lui sta con me, sua moglie lo sa e sta correndo ai ripari, io lo lascio libero di fare quel cavolo che gli pare e di SCEGLIERE come è giusto che sia perché non si possono trattare gli uomini come dei subumani. Non mi importa niente di quello che sceglierà, perché comunque vada sarà la cosa giusta per me, però resta il fatto che lui meriti rispetto e il mio supporto, qualunque cosa succeda. Se andrà male tra me e lui, sarà stata un’esperienza come mi poteva capitare tranquillamente con una persona libera. Non l’abbiamo fatto apposta ad innamorarci, e quando dicono che lui non sia stato onesto, che prende per i fondelli sua moglie dico solo…e se avesse divorziato prima di conoscermi, sarebbe stato un uomo migliore? Questione di tempo. Con o senza divorzio, l’amore tra di loro è finito lo stesso. Continuare sarebbe un’agonia, ma non lo escludo, il male che si vuole a se stessi non è mai abbastanza. Per il resto, bisogna esserci dentro per capire. A nessuno piace essere trattato come uno stupido che non vale niente. Donne, lasciateli liberi sti uomini, se dovete ridurli così! E vale la stessa cosa per gli uomini con le donne!

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao donnarrr,
      ricorda che le responsabilità, in una coppia, sono il più delle volte al 50%, mentre invece il 10% è ciò che conosci realmente della sua vita di coppia. Anche la moglie potrebbe avere tante “cose brutte” da dire sul marito e chissà, potrebbe anche lei avere un amante al quale raccontarle (dopotutto abita in un’altra città).

      Nessuno comunque considera gli uomini come “subumani”, sono sempre liberi di scegliere ed è ovvio che è stata sempre una loro scelta sposarsi e mettere al mondo dei bambini e, se non hanno scelto ed hanno semplicemente assecondato la moglie… hanno scelto di non scegliere.

      È proprio questo che li rende “disonesti”: il mostrare al mondo che hanno fatto una scelta, per poi rinnegarla quando tolgono la maschera.

      Se avesse divorziato e se si fosse preso le sue responsabilità al momento giusto, non sarebbe stato un “uomo” migliore, ma sarebbe stato certamente un “compagno di vita” migliore.

      Sappi comunque che lui non sceglierà ciò che è giusto per te, ma ciò che è più comodo e piacevole per lui, quindi ti conviene affidare il tuo destino ad una tua scelta che, giusta o sbagliata, almeno sarà stata fatta davvero per te.

      • Herry

        Le responsabilità sono al 50% per chi guarda dall’esterno,
        quando si vedono due litiganti, a chi non importa nulla, danno circa lo stesso spettacolo e danno fastidio entrambi, per questo si dice che le colpe sono al 50%,
        ma se pensiamo ai nostri contenziosi, quelli che abbiamo vissuto noi, sappiamo benissimo e per inciso di chi erano le colpe, nostre o dell’altro.
        E la colpa è di chi ha cominciato per primo un comportamento sbagliato. Per primo, appunto. Poi anche le reazioni devono essere appropriate, non è nemmeno giusto uccidere una persona perché ti ha sottratto una penna, o è stata sgarbata.
        Per quanto riguarda la coppia ci sarebbero infinite cose da dire, ma la cosa che forse le racchiude un pò tutte è che si ha ragione di stare insieme quando si stà bene con l’altra persona, quando si prova piacere in compagnia dell’altro, al di là di come si conduce la propria vita, e la propria vita di coppia, a seconda del modo di vedere e sentire della coppia,
        ma naturalmente deve essere sempre una condotta che rispetta i diritti umani, sia all’interno che all’esterno della coppia, perché al di là di questo vi è la perdita di valore e significato della vita stessa.
        A proposito purtroppo devo dire che i subumani esistono e come, anzi bisognerebbe oggi dimostrare di non esserlo.
        Come si dimostra di essere subumano e di non poter scegliere? Quando appunto non si riconosce più la giustizia, e i diritti umani che la rappresentano,
        se per esempio si sta dalla parte, cioè si avalla, e quindi si riconosce come giusto, chi vuole che si senta solo la propria voce impedendo l’altra con una serie di violenze volte a distruggere e impedire in pratica la prosecuzione dell’esistenza, psicologica, morale e materiale,
        se ci si trova a dire che questo è giusto, non solo a parole, ma anche semplicemente comportandosi a sostegno, assecondando le direttive, di chi usa una condotta di questo tipo, non si è persone in grado di riconoscere ciò che è giusto, nemmeno di riconoscere il vero, di esprimersi davvero, di poter scegliere. Ma si è subumani.

  • Arina

    Un uomo che amiamo raramente basta a rutti i nostri bisogni, e lo inganniamo con un uomo che non amiamo.

    • karol

      Io vorrei raccontare la mia storia di amore e tanta passione purtroppo finite male. Ho conosciuto un uomo anzi già conoscevo qualche anno prima perché lui ha un attività ma non è accaduto nulla di che io ero fidanzata e andai li a fare una promozione. Qualche anno dopo mi sposai e come volle il destino andai ad abitare vicino casa sua. Ho fatto neanche due anni di matrimonio infelici perché nn c era rispetto d’appartenenza sua e nn mi piaceva come mi trattava ho sofferto tanto. ..intanto già ancora quando ero sposata avevo notato che lo sposato mi faceva complimenti mi guardava e mi mando l amicizia su fb che io accetta ma nulla di che. Poi mi lasciai con mio marito e finalmente quando andò via di casa sono rinata. lo sposato si fece avanti chiamandoti per vedere come stavo ed inizio ad inviarmi prima per un caffè al bar poi qualche uscita di sera . Io ero titubante perché sposato poi mi dissi tra me e me va bene qualche uscita ko tengo come amico mi aiuterà a stare meglio e distrarmi tanto lo so io non mi innamorò. Così ci siamo fatti qualche uscita ho raccontato la mia storia ma abbiamo avuto occasione di stare ancora più insieme perché la moglie era al mare con i figli lui più libero sino stata a casa sua e le sere uscivamo insieme al ritorno della moglie pensai che nn mi avrebbe fatto nulla invece inizia a sentirmi triste e pensavo sarebbe finito tutto invece nn fu così lui ha continuato a cercarmi e la nostra storia e andata avanti ci siamo innamorati. All inizio si usviva tanto e veniva a casa mia di nascosto. Mi è stato molto vicino mi ha aiutata in tutto e stato un angelo sempre presente ha cercato di risolverli sempre ogni problema io ero felicissima E ho riacquistato la mia autostima e ho ripreso in mano la mia vita che avevo perso con il mio ex marito. Poi ho ritrovato un lavoro ho fatto un trasloco e lui mi è stato sempre vicino dandomi consigli e tanti aiuti. I giorno trascorreva no tranquilli con lui che vedevo più volte in una giornata perché avendo un attività poteva muoversi benissimo con il lavoro che avevo ritrovato e stavo bene e serena. ..così sono trascorsi gli anni …noi sempre più legati lui sempre presente qualunque problema avessi lui mi dava consigli mi stava vicino risolveva tutto…era anche come un padre… Poi ho avuto dei problemi a lavoro ed ha persino iniziato a pagarmi l affitto x aiutarmi …io nn volevo lui ha insistito perché voleva aiutarmi. Eravamo felici. ..mi ha sempre promesso che avrebbe lasciato la moglie che già da tempo non amava più e che stavano insieme solo per i figli ed io nn avevo colpe perché già prima di conoscere me le cose non andavano. poi le cose sono cambiate perché è arrivato qualcosa all orecchio della moglie e x farla stare Buona nn tanto potevamo uscire più ci vedevamo sempre tutto il giorno ma la maggior glie era sospettosa e uscire di sera nn si poteva più. Cmq io oramai l amavo troppo e andava bn così. ..nn l ho mai tradito fino a quando per leggere alcuni Blog su internet e sentire qualche amica go inviato ad avere qualche perplessità e pensare al mio futuro…avevo altri corteggiatori che ho sempre rifiutato e evitato ho perso tante occasioni perché aspettavo lui ….ho inviato a pensare che nn avrebbe mai lasciato la moglie per me è pure se ci avrebbe provato lei nn l avrebbe permesso poi gli avrebbe tolto tutto pure l attività ed io sarei passata x una rovina famiglie facendomi odiare da tutti . A volte pensavo che non mi amasse così tanto perché ancora non lasciava la moglie x me mi sentivo sola alle feste anche se lui faceva di tutto x non farmi mancare nulla e mi stava sempre vicino anche se non con la presenza fisica mi chiamava w messaggiava sempre….poi ho iniziato a guardarmi attorno pensando di trovare di meglio e anche libero ho conosciuto un tizio ma non si è rivelato vome sembrava lui l ha saputo ed ha sofferto tanto e stato malissimo ed io sono tornata con lui dicendogli che non l avrei fatto più soffrire. .ma non è stato così è questa volta x sempre…avevo tanti corteggiatori lui non si decideva a lasciare la moglie dopo tre anni e mezzo continuava a dire che sicuro l avrebbe fatto ma ci voleva ancora del tempo io nn ci credevo più e nn vedevo bn un mio futuro così pensavo sarebbe stato più facile cn un uomo libero e stavo rinunciando a tanto x lui e ho perso molte occasioni poi avevo voglia di uscire con lui nn si poteva più. ..avevo più di un corteggiatore ho iniziato ad uscire cn un collega ma niente di che era perché volevo andare fuori poi un altro collega si è fatto avanti lui anche divorziato senza figli tutti mi dicevano bravo …con un passato brutto anche lui con la ex moglie.. mi ha detto subito che era sterile e che se volevo figli meglio nn iniziare la storia perché la ex moglie lo lascio proprio x questo ma x me nn c erano problemi io nn ne volevo almeno adesso
      ho iniziato ad uscire con lui per nn vietarmi un altra occasione visto che lo sposato nn faceva nulla …poi ho lascito lo sposato perché all ultima mia domanda sulle sue intenzioni mi rispose che ci voleva massimo un altro anno x sistemare le cose poi la figlia nn stava bn io l ho visto come un alibi e l ho lasciato dicendogli che avevo dei corteggiatori che lui mi stava solo illudendomi che volevo un minimo di certezza ora perché nn potevo perdere un altra occasione….ho provato a metterlo alla prova facendolo mettere paura di perdermi…lui ha sofferto tanto dimagrito di vedeva che stava male ma io volevo un minimo di certezze concrete ..lui mi scriveva su fb x manifestarsi il suo amore mi seguiva e veniva sotto casa ma io nnte volevo di più nn gli credevo….è intanto continuavo la storia…per orgoglio siamo andati avanti senza nessuno dei spiegarsi x bn io continuavo per metterlo alla prova e anche lui verso di me …alla fine io inizio a pensare che nn mi amasse così tanto mi convinco che lui mi ha illuso e che voleva solo un amante x il suo ego…lui invece sa tutto scopre dove abita il mio nuovo compagno che io cmq mi fermo a dormire da lui e continua a cercarmi a mia insaputa mettendomi anche lui alla prova. ..finisce che io rimango incinta ho sofferto tanto decisione difficile volevo abortire il mio compagno ha fatto di tutto x nn farmelo fare io nn ci ho capito più nulla e nn ho potuto più fare la cosa…poi ho scoperto che sono pure gemelli…sto soffrendo ho preso una scelta sbagliata …lo sposato mi ha cercata ancora pur sapendo sta male nn riesce a riprendersi ma avrebbe fatto nonostante tt qualcosa mi ripete che se solo avessi aspettato ancora lui davvero avrebbe lasciato la moglie x me….na oramai ho rovinato tutto e lui nn mi crede più nn si fida e a volte mi cerca poi sparisce facendomi sentire in colpa è dicendomi che gli ho detto tanto bugie e lui sta male nn si riprenderà più. . .io sto pagando tutto…scusate x la lunghezza dello scritto.

  • moralizzatore

    A me dispiace che il mondo delle relazioni sia ancora così “ritardato”. Lo dico da persona fidanzata più o meno felicemente. Il più o meno parte dalla malattia (perchè è una malattia) della “fedeltà” che la società inculca nella mente delle persone. Io sono cresciuto tra famiglie che esplodevano ogni pochi anni, semplicemente perchè cercavano quello che non trovavano: “la persona giusta”. E’ una colpa? Non credo. Purtroppo io ci sono andato di mezzo non avendo una figura di padre ed intorno tanti esempi dubbi di moralità. Come fidanzato sono convinto che la gelosia a tutti i livelli sia una forma malata di egocentrismo e capriccio. Io non posseggo la mia donna, non l’ho comprata. Lei può fare qualsiasi cosa voglia, anche avere rapporti con altri, se è quello che desidera, perchè io non ho nessun diritto nè materiale nè morale di esigere qualcosa in questo senso. Lei non ha mai tradito e non lo farebbe mai, io non ho mai tradito, ma percepisco la forte stupidità dietro al concetto “se vai con un’altra ti lascio”. Convivere, stare insieme, lo si fa con la persona che ti piace, con la quale ti piace VIVERE. Però potrebbero esserci altre settanta persone con le quali magari vorresti solo fare sesso. E’ sbagliato? Io credo proprio di no, anzi è fortemente sbagliato IMPEDIRE alla persona di realizzare i propri bisogni o desideri PURCHE’ questi non vadano ad intaccare la STABILITA della convivenza (proprio in senso materiale, crescere i figli, trascorrere tutto il tempo insieme, fare tutto o quasi insieme).
    Mi da tristezza la persona che si crede nel giusto imponendo regole morali al partner, regole morali che magari lui/lei non avrebbe mai pensato adatte. Amare davvero vuol dire saper lasciare grande spazio in ogni senso. Il vero tradimento non esiste. Anche perchè se pensate che un uomo non vi abbia mai tradito solo perchè non ha l’amante…siete sulla strada dei sogni. Ogni giorno tradisce almeno 3 volte…coscientemente. Ogni uomo. Si chiama “natura”.

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Grazie per la tua opinione :)

  • gaia

    Ciao a tutti. Sono una ragazza di 32 anni e purtroppo ho avuto la sfortuna di innamorarmi pazzamente del chirurgo che mi sta seguendo. Direte :classico ! Non è come sembra,inizialmente è stato lui a mostrare interesse verso di me,senza allungare le mani o quant’altro,solo coi modi di fare e gli sguardi. Morale della favola dopi qlk settimana dall’intervento ci siamo sentiti per messaggio perché io con delle scuse gli ho mandato delke mail e lui mi ha dato il suo numero. Ha confermato l’interesse nei miei confronti,diamo usciti e l’abbiamo fatto . È stato bello ma deludente perché dopo che è andato via non di è più fatto sentire. Alke mie domande risp sempre che è complicato e poi smette di risp! Ho smesdo di cercarlo e mi ha cercata lui. Ci siamo visti xke avevo la visita di controllo e ci siamo baciati x tt il trmpo. Ma poi di nuovo niente. .. e alle mie domande risp nuovam che è complicato. Io sto impazzendo ma non capisco cosa abbia in testa. Inizialmente pensavo si volesse solo divertire,ma ci sono alcune cose che mi fanno pensare il contrario. .. è due giorni che nn lo cerco,l’ho blocc anke su wapp x vedere cosa fa,ma ancora niente. Secondo voi è solo uno str… o magari ha solo paura vista la sua posizione?mi ha anke detto di essere impegnato,ma ci sono momenti in cui pendo sia una bugia… cosa devo fare?provo a incontrarlo e obbligarlo a parlare o cerco di dimenticarlo? Grazie !

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Gaia,
      dalla situazione che hai descritto non rimangono molti dubbi su che tipo di uomo sia: un uomo… complicato.

      Forse gli piace semplicemente farsi corteggiare e divertirsi quando può, oppure è lunatico o sposato o potrebbe avere una situazione famigliare delicata. Qualsiasi sia la sua situazione comunque, dato il suo comportamento, difficilmente potrà essere un uomo con cui iniziare una relazione stabile e soddisfacente per entrambi.

      La scelta si divide quindi tra il dimenticarlo o decidere se rincorrerlo sperando che la sua “situazione complicata” non riguardi qualcosa di grave e sia risolvibile (prima o poi).

      Io personalmente consiglio sempre di stare lontane da uomini simili, ma è ovviamente una scelta personale :)

      • gaia

        Grazie Francesca,ho provato a rincorrerlo e farlo parlare in tutti i modi,ma niente! È tre gg che sono sparita e niente ! Non so cosa pensare! Sono arrabbiata e frustrata ma allo stesso tempo vorrei sentirlo e vorrei continuare a fargli capire quanto ci tenga a lui e quanto mi piace. .. quello che mi fa star male è che se si fosse solo voluto divertire a qst ora mi ci avrebbe mandata. Invece quando risp, sembra che ci tenga ma non sappia cosa fare… xo sinceramente più di così non voglio fare,gli ho detto quello che provo,gli ho detto che non volevo correre ma solo conoscerlo meglio e poi sarebbe stato il tempo a decidere,cosa posso fare fi più??? Ora sinceramente tocca a lui. Capisco tutte le sue paure,ma se non parla come faccio??? Io non voglio fargli pressioni,vorrei solo capire,xke solo così riuscirò a mettermi l’animo in pace. Invece così è dura :-(

        • http://www.venor.it/ Francesca

          Ciao Gaia,
          in questo momento hai già fatto tutto ciò che potevi. Se davvero tiene a te, ora tocca davvero a lui e nel caso, vedrai che non mancherà di mostrartelo.

          • gaia

            Lo spero tanto ! Grazie per l’aiuto

      • Gaia

        Purtroppo avevi ragione. Stamattina mi ha confessato di avere una situazione familiare delicata e che in questo momento non può darmi quello che vorrei. Apprezzo la sua sincerità, almeno non di è preso gioco di me,ma sto malissimo perché penso di essermi innamorata. Spero che il destino ci dia una possibilità più avanti o che passi in fretta ,perché fa male.

      • Gaia

        Ciao Francesa,ecco il suo messaggio. Secondo te è sincero?

        Ascoltami.
        In qualunque altro momento della mia vita ti avrei detto di si, senza problemi. Ma in questo preciso momento sto attraversando un periodo complicato. Non coinvolge soltanto me, quindi non posso darti spiegazioni che riguardano persone diverse da me, non ne ho il diritto. Mi spiace, ma credo mi capirai. Non posso

        • http://www.venor.it/ Francesca

          Ciao Gaia,
          in generale io mi fido poco delle persone che mi dicono di trovarsi in una situazione complicata senza però specificare di cosa si tratti esattamente. Tutto però dipende sempre dalla persona.

          In questo caso solo tu, dato che lo conosci, puoi sapere se sia sincero oppure no :)

          • Gaia

            Il problema è questo : non lo conosco affatto. Ci siamo visti 4 volte ,di cui 3 erano visite di controllo,e non sono mai riuscita a parlarci con tranquillità. Nemmeno io mi fido però con lui è diverso ,ho come un presentimento,una sensazione,che non mi stia prendendo in giro.anche perché ha 44 anni…non è un ragazzino! Allo stesso tempo però non capisco se sia sesto senso o se sia solo accecata dalla cotta che ho preso. Ce la sto mettendo tutta per dimenticarlo,ma è difficile,soprattutto perché se fosse veramente in difficoltà vorrei stargli vicina. A questo punto però mi sa che devo svegliarmi da questo torpore e aprire gli oki. Prima che sia troppo tardi. .. scusa per l’assillo e grazie per l’ascolto.

          • http://www.venor.it/ Francesca

            Ciao Gaia,
            non hai nulla di cui scusarti!
            Probabilmente con un breve periodo di lontananza riuscirai a capire bene se la sensazione fosse dovuta alla cotta oppure se sia il tuo sesto senso e in ogni modo, se è davvero interessato a te, c’è la possibilità che provi a contattarti una volta superato questo periodo complicato 😉
            Nel caso, tienici informati!
            Alla prossima,
            Francesca

    • Anonima

      Cosa passi nella testa degli uomini è grande dubbio…
      Idem per me ho pensato seriamente ad un certo punto di essere solo uno svago passeggero, dalle sue resposabilita di padre e marito, ma anche qui c’erano delle cose che si contraddivano… dai messaggi perenni di mesi e mesi a frasi e atteggiamenti che lasciavano dire altro… poi invece dall’altra parte nell’ultimo periodo mi bloccava su wup, cambiava idea non sapeva cosa fare anche se voleva vedermi boh… un perenne dubbio.
      Purtroppo ci stai male e anche io stò cercando di trovare un occasione per parlargli e mettermi il cuore in pace… per lo meno di capire dove ho sbagliato e non ricascarci più ne con lui ne con altri.. anche se per lui ho perso davvero la testa ed è ogni giorno più complicato non essere accanto a lui.

  • roberta

    ciao a tutti, ciao Francesca. Mi inserisco con molta umiltà nelle vostre discussioni dopo aver letto tutti i tuoi articoli. E’stato come leggere la mia vita scritta da un’altra persona, come se mi conoscessi, come se fossi mia amica e mi dessi qualche consiglio davanti ad una birra. La mia storia è quella di Marta. Precisa identica, forse uguale a quella di tante altre ma non troppo. Perchè io provo un piacere immenso ad amare questo uomo che non è mio. Non è per come lui fa sentire me, per la sua dolcezza, per la sua forza, per come mi ama, anche fisicamente, che credo siano veramente indipendenti da me. Forse è questo l’inghippo. Io provo piacere ad amarlo, a non farlo sentire solo, a farlo sentire importante. Lo so che è quello che cercava, è ovvio, ma ho anche capito che ne aveva veramente bisogno. L’ho visto cambiare, rifiorire, gli ho insegnato la passione. Non voglio essere presuntuosa, ma non sapeva nulla di come un uomo ed una donna possano amarsi veramente. E’ un anno ormai che ci vediamo. Il solito. All’inizio patti molto chiari, la famiglia prima di tutto, nessun legame tanta leggerezza. Poi la ricerca di noi e un ti amo, una sera che mi ha destabilizzato. Noi non abbiamo futuro, io lo so, lui dice sempre che aspetta che io trovi un altro perchè non può (AHHHHH non vuoi) darmi quello che vorrebbe. Che se non fosse messo così staremmo insieme. Questo non lo so. Ho 40 anni, sono una donna realizzata, forte, sicuramente più di lui, che aspetta di stancarsi. So pochissime cose di sua moglie. Non voglio sapere.
    Posso solo sperare che lei abbia un amante e che improvvisamente lo lasci. Mi chiedo, come fanno due persone a stare insieme e a non provare piacere a fare sesso? No non è vero, in fondo è proprio così come scrivi tu…se uno ha una vita così è perchè se l’è costruita così. E ci lavora ogni giorno. Quindi forse si meritano. Glielo dico sempre lui è un prigioniero…stretto fra casa lavoro serate vacanze tutte in multiproprietà con cognati, suoceri e nipoti a fare cose da vecchi. Mai in due…
    Non posso dare consigli a nessuna. volevo solo sfogarmi…scusate – Robby

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Robby,
      non scusarti, sei la benvenuta.

      Purtroppo ci sono tante relazioni di comodo che vengono tenute in piedi per il benessere e la serenità di entrambi. E` sempre una questione di scelte. C’è chi al primo posto mette l’amore, chi i soldi, chi la semplice tranquillità. Spesso queste coppie sono composte da persone che si considerano come fratello e sorella e non vivono male la situazione, anche perché solitamente hanno entrambi un amante con cui vivere la passione che manca all’interno della coppia. Forse questo è esattamente il caso del tuo amante.

      L’hai visto rifiorire e io ti credo. Ora ci sei anche tu e lui è “completo”.
      Comprendo il tuo sfogo e ti lascio un abbraccio,
      Francesca

    • Anonima

      Anche io spero quello che speri tu.. che anche lei abbia un amante e che improvvisamente lo lasci.
      Anche nella mia situazione lui era prigioniero della quotidianità… e non riusciva a cambiarla e aveva paura che lei lo sgamasse quindi cercava in tutti i modi di tenere gli equilibri come ha sempre fatto.. orari, niente messaggi quando era a casa, o quando c’era lei…
      Sinceramente non concepisco nemmeno io che se tra due persone non c’è più amore perchè si debba andare avanti solo perchè si ha paura di prendere dei rischi o di fare delle scelte…

      Un abbraccio

    • Miriam

      Capisco perfettamente cosa dici, anche per me per un po’ è stato cosi. Anche a me sembrava ingenuamente di “salvarlo” dalla sua vita infelice. Lui strainnamorato e un po’ succube della tirannia della moglie…insieme abbiamo scoperto una nuova sessualità, un modo diverso di condividere veramente ogni pensiero, una sincerità assoluta…ho sempre pensato che per lui fosse meglio rimanere in questa situazione, per stare vicino ai suoi bambini, e che io avevo già tanto se avevo un rapporto di questo tipo, anche se centellinato. Pensavo che se gli avessi chiesto un giorno di lasciare la moglie per stare con me l’avrebbe fatto pur di non perdermi…ma invece non l’ha fatto. E quando dice di volere un futuro con me so che non mente a me, ma a sè stesso, perché lui lo vorrebbe davvero, ma solo se le cose fossero diverse, se non avesse già una famiglia.

  • GIOVANNI

    ci sono uomini di mer……….a e GALANTUOMINI . COME FA UNA DONNA CHE DOPO 37 ANNI LASCIA IL MARITO E NASCOSTA STA CON UN UOMO SPOSATO E NON CHIEDE A LUI DI LASCIARE LA MOGL. GIUDICATE VOI

  • Mag Pallini

    Ciao a tutti! La mia esperienza mi porta a condividere le righe di qualche uomo, sinceri con
    le donne che meritano la loro sincerità, discutibili con quelle che si fanno dei film a tutti i costi. Ma condivido anche alcune righe di Roberta e Donnarrr.
    Sono l’amante di un uomo sposato da diversi anni, senza essere sposata. Lo amo così come è, senza nascondermi la realtà. Tradisce la moglie più grande di lui, con one-nigh stand da sempre. Poi ha incontrato me e qualcosa è cambiato dentro di lui. Ha combattuto per far tacere quel “qualcosa” e lo fa regolarmente. Per usare l’espressione di Roberta, “ci lavora tutti i giorni” per non ammettere i suoi sentimenti e mantenere il controllo di quella “famiglia perfetta” che si è costruito per far felici tutti, dai suoi genitori al mondo delle ipocrisie.
    Mi fa tenerezza quando lo vedo arrampicarsi sugli specchi per scappare dal cuore…
    L’altro lato della medaglia è la moglie… tipologia di donna che vorrei cancellare dalla faccia della terra, come quelle che “… ops… sono incinta!” per farsi sposare a tutti i costi.
    All’epoca separata con un bambino, si è accalappiata l’uomo giovincello che le occorreva e se lo tiene pur sapendo della sua infedeltà (impossibile che non abbia percepito una vita di tradimenti!) pur di mantenere lo status che ha. Come se non bastasse, manipola i figli per tenerlo sotto controllo e fagli venire i sensi di colpa. “Tecnicamente” come donna, dovrei dire “brava” invece mi offende profondamente.
    Lui mantiene gli equilibri, fa tutto quello che deve fare “bravo marito, padre ecc.” per non buttare all’aria tutto… anche perché, se per caso riuscisse a superare le varie “emotività” , di questi tempi il divorzio gli costerebbe un patrimonio e metterebbe a rischio alcune eredità. E sarebbe un peccato perderle dopo tutti questi anni di “fatiche” :-)
    Io & lui…. stiamo bene insieme. Io lo amo per la persona meravigliosa che è a dispetto di tutto, amo la sua “testa” brillante, amo la meravigliosa connessione delle nostre menti e delle nostre anime. Lui è nudo davanti a me come io lo sono davanti a lui. Ho molto di meno certamente rispetto ad una relazione normale (forse sarebbe più giusto dire “apparentemente normale”), e qualche volta è faticoso ma so di avere l’uomo vero, la sua essenza, la sua sincerità … la sincerità di “un uomo” che ama anche il sesso e non si fa mancare nulla. So chi ho accanto, so chi amo, so cosa può darmi e cosa non può darmi.
    La fedeltà non esiste per come è intesa genericamente. Vale per gli uomini e ormai anche per le nuove donne. E se proprio di fedeltà dobbiamo parlare, forse dovremmo intenderla come il rispetto del contesto.

    Personalmente credo sia più importante e fondamentale il rispetto dell’intelletto di chi ci sta accanto, è probabilmente la strada migliore verso la fedeltà pura.
    Ovviamente, è solo un punto di vista fuori dagli standard di chi sa sempre tutto.
    Un saluto a tutti, Mag

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Mag,
      ho molto apprezzato il tuo commento e condivido quasi totalmente il tuo punto di vista, tuttavia trovo difficile che le dinamiche tra marito e moglie siano così sbilanciate. Lui sembra pieno di virtù positive e lei piena di quelle negative.

      Il matrimonio, i figli, i tradimenti… sono tutte scelte. Lui non è stato costretto e non lo è tuttora. Semplicemente, ha una “famiglia perfetta” e “il sesso e l’affetto perfetti” e non deve scegliere perché nella relazione ufficiale, entrambi fanno finta di niente per mantenere il loro status.

      Probabilmente la fedeltà non è per loro un valore fondamentale all’interno della relazione.
      Si sono trovati, proprio come vi siete trovati voi.

      Nulla vieta comunque che si possa essere molto felici anche in una relazione con un uomo sposato, purché si condivida e si accetti totalmente la situazione :)

      Francesca

  • Ale

    Ciao a tutti…
    Comincio subito dicendo che la persona in merito che tradisce il marito sono prp io..
    Sono sposata da 3 anni con un ragazzo veramente buono..umile e sincero…
    Ma ahime queste qyalita nn sono bastate a non portarmi al tradimento…
    Da premettere che prima d incontrare lui sn stata fidanzata 8 anni cn un altro ragazzo…
    Ne ero innamoratissima..
    Era la persona piu importante della mia vita.. E mai avrei creduto che finisse cosi..
    Lo lasciai a poki mesi dal matrimonio…
    Da a llora e cominciato il mio calvario..mi sono imbattuta in varie relazioni…ma cercavo sempre lui… Nonostante stessi con altri…
    Poi conobbi mio marito…credevo di aver dimenticato finalmente il mio passato…ed invece nn e stato cosi…
    Mio marito ha scoperto x ben 2 volte i miei tradimenti…e nonostante tt mi ha smp perdonata..
    Ma sento che sto x esplodere….mi sento cosi male nei suoi confronti…cosi sporca…ma cosi inerme davanti a lui….
    Vorrei lasciarlo…vorrei evitargli di stare con una xsona che non lo ama..che non lo rispetta..che e ancora dannatamente innamorata del suo ex..ma poi quando decido di fare quel passo mi si spezza il cuore…il solo pensiero di guardarlo negli okki e vederlo soffrire ancora una volta mi riporta a fare passi indietro…
    Stando cosi smp piu male…
    Avrei bisogno di qualke parere…spero possiate in qlk modo aiutarmi…
    P.s. Scusate se nn sono stata molto breve..ma avevo un gran bisogno di parlarne…

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Ale,
      pensi davvero che ciò che ti fa fare un passo indietro ogni volta che stai per lasciare tuo marito sia la paura di farlo soffrire? Se fosse così non lo tradiresti e non dichiareresti di non amarlo e di non avere rispetto per lui.

      Quali sono le vere motivazioni che ti spingono a restare con tuo marito?

      Decidere di restare accanto ad una persona che non amiamo può portare solo infelicità a noi e a lui… Prima scoprirai cosa ti porta a restare in questa situazione, prima potrai uscirne e dedicarti a te stessa (lasciando anche a lui la possibilità di trovare una persona che lo possa amare davvero).

    • Dafne

      Ciao Ale,
      un anno fa ero in una situazione simile alla tua, ciò che alla fine mi ha spinto a lasciare l’uomo con cui stavo (anche lui umile, sincero e buono), oltre al non volerlo prendere in giro e al fatto che mi sentivo sporca nei suoi confronti, è stata la risposta a una domanda che mi sono posta: Se fosse lui a lasciarti, ti sentiresti sollevata? Se la risposta è sì, prendi coraggio e fai ciò che è meglio per entrambi, o almeno…parlatene. :)
      Ricorda che la cosa giusta da fare è sempre quella che porta alla propria felicità, se non sei felice non puoi rendere felice chi ti sta accanto.

  • http://www.lopsicologoonline.it/ Psicologo Padova

    Purtroppo gestire il proprio rapporto di coppia non è qualcosa di semplice e scontato! In quanto sono molte le variabili, le situazioni, le difficoltà che possono entrare in gioco. E da non dimenticare che siamo tutti molto diversi gli uni dagli altri, e che soprattutto uomini e donne hanno due modi completamente diversi a volte opposti, di vedere le cose, di comportarsi e di reagire. Il tradimento è qualcosa che non dovrebbe accadere, su questo sarai d’accordo con me,in quanto può fare veramente molto male! Ma probabilmente nel momento in cui decidiamo di stare con qualcuno, ci mettiamo già ipoteticamente in una situazione di rischio.

    Dott.ssa Monia Ferretti – Psicologo Online e a Padova

  • Zoe

    Ciao Francesca, io non sono sposata ma ho scoperto che il mio ragazzo mi tradisce virtualmente guardando cam girls che si spogliano ( a pagamento e qualcuna anche gratis) interagendo con lui in cam ( e sono sempre le stesse, fisse( le ha pure messe come amiche su facebook). Per una serie di circostanze ho scoperto che questa cosa l’ha sempre fatta, anche prima di conoscere me e agli inizi della nostra storia, cioè non è una cosa che ha iniziato adesso! Cosa dovrei fare, lasciarlo? Lui ha ammesso che è vero e non ha dimostrato nessuna intenzione di smettere. Mi trascura e sembra preferire quel suo ” hobby” alla mia compagnia. Cosa faccio? Devo considerare questa cosa un tradimento vero e proprio o no? Devo accettare la cosa e sopportare che continui a fare cam con quelle mentre io devo aspettare anche una settimana prima che lui trovi del tempo per me? :(

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Zoe,
      in queste situazioni non devi mai metterti da parte e accettare, ma agire :)

      Hai già provato a rendere i vostri incontri più piccanti?

      Ad esempio, sai di questo suo “hobby” e sai quanto gli piaccia. Contattalo via chat e proponigli di giocare in cam con te (potresti anche interrompere sul più bello e dirgli di trovarvi di persona per concludere).

      Dimostrargli che tu, oltre ad essere la sua fidanzata ufficiale, sei meglio delle altre anche in quel campo.
      Non è un male soddisfare le fantasie sessuali dell’altro (rimanendo ovviamente in ambiti di non violenza), anzi, è facile che lui decida di lasciar da parte il suo hobby e sviluppare queste fantasie con te (in questo modo è anche molto più difficile che lui senta il desiderio di tradire).

      Tutto comunque dipende da quanto tieni a lui e quanto tu sia disposta a lottare per la vostra relazione.

      • Zoe

        Cara Francesca, ti ringrazio per la risposta. Il fatto è che lui non l’ho ancora mai incontrato nella vita reale. Chattiamo da un anno e lui è il mio primo ragazzo. Lui vuole fare cam con me e da come mi guarda si vede che gli piaccio, ma io non ho nessuna esperienza con i ragazzi, non so cosa dire e cosa fare e sono timida anche appunto per il fatto di non avere mai avuto un contatto con un ragazzo. Gli ho chiesto mille volte di incontrarci davvero, in modo che conoscendolo magari mi posso sentire piu a mio agio. Vorrei vederlo nella vita reale, vedere se mi bacia ( al massimo svengo, ehehe) sono timidissima. Ma penso che avendolo davanti di persona, pian piano prenderei confidenza, che ne pensi? Ma lui invece non ha voglia di incontrarmi, pare poco interessato a rendere reale la cosa. Dice che sono la sua fidanzata ma continua a mantenere virtuale il rapporto. E piu andiamo avanti piu mi trascura anche in chat, dedicandomi sempre meno tempo e a volte mi racconta pure che gli piace molto fare cam con quelle. ma in questo modo mi fa sentire inadeguata e non all’ altezza. Il mio problema è che oltre ad essere timida, temo anche che lui mi usi solo per divertirsi in cam e basta, e che magari non renda mai reale la cosa. Una volta ha detto: iniziamo a fare sesso in cam e poi in futuro ci incontreremo. Ma in un anno non l’ha mai fatto, ed io adesso ho paura che le sue siano solo promesse per ottenere qualcosa, e basta. Sbaglio a sentirmi usata? Vedo che se ho un problema o sto male di salute, lui dice che ha da fare e chiude. Non mi consola ne sta a farmi compagnia…Mah…cosa ne pensi? Devo assecondare le sue richieste in cam in modo che stia di piu con me? Ho paura che quelle, essendo professioniste, mi superino comunque. Io sono inesperta! ed inoltre sentirmi in competizione con quelle mi mette ansia. temo sia difficile batterle. E in tutto questo non vedo amore..Almeno non come vorrei io. Che ne pensi???Grazieee. Io ci tengo e sono disposta a lottare. Ma ne vale la pena? Diventerò meglio di quelle, o diventerò solo una delle tante cam girl che guarda????

        • http://www.venor.it/ Francesca

          Ciao Zoe,
          ora ho capito un po’ meglio la vostra situazione :)

          Anche se senti di avere un buon feeling con lui, non avendolo ancora incontrato nella vita reale e non essendo lui interessato ad un incontro, ti consiglierei di non considerarlo come un fidanzato e sarebbe meglio non concedergli certi privilegi (soprattutto se con lui sarebbe la tua prima volta) a meno che lui non si dimostri davvero interessato ad una relazione.

          Fidati comunque sempre del tuo istinto: se lui ti fa sentire inadeguata o ti vuol spingere a fare qualcosa che a te non piace e che non consideri amore… sii pronta a lasciarlo andare perché nel caso, non ne vale la pena.

          Per il momento, io ti consiglierei di non cedere sull’incontro dal vivo (il primo deve ovviamente essere in un luogo sicuro e affollato e non andrete in casa, è giusto che lui lo sappia) e di concedergli solo successivamente degli “incontri più piccanti” in chat (questo se il primo incontro ti ha soddisfatta).

          Un abbraccio,
          Francesca

          • Zoe

            Cara Francesca, da come ho capito non ha nessuna voglia di conoscermi realmente. Vuole solo una fidanzata virtuale ma ho capito che ne ha molte altre, e quindi non riesco a sentirmi piu speciale delle altre. temo di essere solo una come altre e basta. :( Anzi una volta aveva detto che mi avrebbe incontrata ma solo in un albergo, senza farmi vedere dove vive nè i suoi amici, ecc…
            Ma poi in realtà ha lasciato cadere la cosa, ritenendo piu comoda la cam :(

  • Naty

    Ciao Francesca , mi chiamerò Naty io sono sposata da 10 anni . Scusami errori grammaticali ,sono straniera..
    ti racconto un po la nostra storia ,al’inizio era tutto perfetto ……sono venuta qua per lavorare ci siamo conosciuti per caso e la prima cosa che gli ho chiesto se era un uomo libero da ogni impegno (mi riferisco : moglire o fidanzate) mi disse si ed era vero . Dopo circa un due settimane che ci siamo visti come amici nulla di più decise di presentarmi i suoi amici che mi accolserò in un modo impeccabile ,poi settimana dopo alla sua famiglia sempre in veste di amica .Ovvio che io avevo apprezzato molto i suoi gestiti e sono sempre stata chiara che volevo tornare a casa dove mi aspettava la mia piccola bambina nata da un matrimogno che purtroppo era finito in seguito alla morte prematura del mio marito . Io sempre stata chiara e non volevo darli falsi speranze e non volevo nemmeno soffrire io . Dopo circa due anni il mio ora maririto andò a fare una vacanza che durò quasi 3 settimane (in questo tempo tanto in tanto ci siamo senti telefonicamene 9) e tutto andava perfetto io avevo gia provato dei sentimenti non volevo lasciarmi andare perchè il primo posto nella mia vita, da quando nata mia bambina , è tutto suo cascasse il mondo ….
    nel fra tempo che era via non riuscivo più stare senza la mia bambina , avendo messo via tutto il mio guadagno, decissi di andare finalmente a casa ( non avevo detto che sono venuta qua illegalmente purtroppo e non potevo andare via prima di aver messo via qualcosa per poter dare il futuro migliore per la mia piccola ). il mio amico di allora tornò prima che io partissi , perchè dovevo dare del tempo alla famiglia di trovare un’altra babysitter , e mi dichiarò ciò che provava mi disse che era disposto di sposarmi dandomi del tempo per decidere se volevo tornare con lui e provare di costruire una famiglia (accettando la mia bambina, per me era un qualcosa di incredibile ) o in caso contrario avrebbe rispettato le mie volonta di rimanere nella mia terra e mi promise di aiutarmi economicamente (da noi la vita costa pochissimo) sia lui che i suoi genitori che hanno da sempre preso cura di me . lo feci questo passo mi sposai : era sempre premuroso ,gentile (tutti agettivi migliori lo descrivono). venuto nel mio paese pe prenderci non credevo ma lo ha fatto mi porto con la figlia fare i documenti per la piccola e ci porto in italia . Vado daccordissimo con i suoi amici ,famiglari . Ma Mi è sempre mancata la mia famiglia , non potevo mai dirli se qualche volta c’erano dei problemi per non farli stare in pensiero ,anche se qualche volta la mia mamma capiva comunque mi fece delle delle domande ma la raassicurai che tutto ok.
    Ora vorre spiegare finalmente ciò che sto vivendo ora ,sono una donna carina , non per vantarmi assolutamente ma per dirti che spesso mi sentivo in colpa davanti al mio marito ,perchè vedevo come li deva fastidio ,quado andavamo in giro i squardi degli uomini (agiungo che anche il mio marito è bello) e anche a me dava fastidio ma piano piano aavevo imparato a non farci più caso sembrava anche lui ma evidentemene no. Ora da un po di tempo che lo sento staccato (diventa una festa di fare l’amore ) ogni volta che gli chiedo qualcosa sempre sulle definsive o agredisce mi dice che sono le mie fisse , se gli dico qualcosa lui lo ragira ogni volta contro di me, io poi mi chiudo e lo lascio stare( il suo obbiettivo in questo caso sempre ragiunto ) ha un potere su di me psicologicamente. Ogni volta che gli faccio magari domanda di chi hai portato (sempre porta le donne brutte ma piacevoli nel fare una chiaccherata o se no quelli belli belli ma antipatiche e dice di nn scambiare una frase lui un po narcisista ed è per questo che dubito perchè spesso che siamo insieme cerca proprio i squardi fa piaccione ….per non dire altro in mia presenza ma della nostra figlia che h ora 17 anni lei lo notta (hanno un rapporto bellissimo ).
    Mi dice che non si sente realizzato e tanti frenace del genere …..Io inizio stancarmi non ho più forza nè di dire nè fare qualcosa ,fiuto che cè qualcosa non so come scoprire ..
    Fa il tassita di lavoro , esce ogni santo giorno ,quando gli dico facciamo quacosa ;andiamo da qualche parte magari in montgna a passegiare, nulla va bene di ciò che propongo ,sempre scontroso . Sabato e domenica al mattino esce poi dopo pranzo si mette a dormire verso le cinque dice andiamo a comprarti qualcosa che hai bisogno di vestiti e logico che non li voglio per qui magari usciamo faciamo giro nei negozzi senza comprare nulla ,o se no… movendosi in moto( magari per me senza senso perchè va da un negozio all’altro senza nemmeno entrarci perchè lo troviamo chiuso ….insomma spero che tu abbia capito un po la situazione . E spesso mi sembra che non ha voglia di farsi vedere con me nei posti sempre frequentati ad esempio :supermecato in zona .Mi tende sempr a sminuire facendo delle batute che per lui sono carine ,gli ho fatto notare madura attimo , a pranzo dei suoi anche un’altro esempio .Mi sento una persona abbastanza inteligente visto che sono entrata a fare università per prendere la mia seconda laurea ed esere accettata meglio nella mia nuova socità (facolta di medicina e chirurgia :corso di infermerstica )..sono diventata una persona insicura .
    AIUTAMI per favore .
    Grazie di cuore .

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Naty,
      il consiglio che posso darti, in una situazione come la tua, è capire se vuoi recuperare il rapporto con tuo marito o se preferiresti una separazione.

      Capisco che in questo momento tu sia stanca e non abbia più la forza di reagire, ma è proprio questo uno dei momenti in cui è più importante prendere una decisione e agire di conseguenza. Questo è importante non solo per quanto riguarda il rapporto con tuo marito, ma anche e soprattutto per te stessa, per tornare ad essere sicura di te e serena.

      Non lasciarti trascinare in basso senza lottare.

      Un abbraccio,
      Francesca.

  • Anonimo

    Ciao a tutti,
    per me non ci sarebbe niente di sbagliato se la mia futura moglie lo facesse (certo un po’ di gelosia la sentirei ma sarebbe momentanea); La stessa cosa dovrebbe funzionare anche per me; Questa cosa di rimadere fedele (carnalmente) l’ho sempre trovata becera stupida e bigotta (mi scuso per quanti di voi non la pensano come me) ma non riesco a vederla in altro modo… diamine, darei la mia vita per la mia compagnia, passo tutto il mio tempo con lei, parliamo di tutto e c’è sintonia, l’unica cosa è che sessualmente sono attratto anche da altre donne (così come ogni altro uomo, chi più chi meno); Cerco di far finta di niente e di non creare presupposti (anche per una semplice scappatella) perchè inevitabilmente mi sentirei in colpa verso di lei (che è molto gelosa e possessiva) e spezzarle il cuore mi farebbe stare malissimo (lo dico anche egoisticamente)… ma non sono convinto del fatto che in futuro io possa continuare in questo modo… ci sono state situazione dove l’interessamento nei miei confronti era palese ed ho fatto una fatica incredibile a fare la figura dell’imbecille che cade dal pero… qualche uomo mi aiuti, mi dica qualcosa… non so, qualsiasi cosa va bene (ovviamente anche il suggerimento del gentil sesso è ben accetto).

    Grazie e scusate per lo sfogo
    Un amico

    • http://www.venor.it/ Francesca

      Ciao Anonimo e benvenuto :)
      Come suggerimento potrei dirti che, probabilmente, la chiave per la felicità è quella di trovare una donna che la pensi come te, con cui poter condividere pienamente questo modo di vedere e di vivere la vita.

      L’importante comunque è sempre essere chiari, realisti e sinceri l’uno con l’altra e con le terze persone interessate (ad esempio se tu cerchi una scappatella dovrai trovare una donna che voglia solo quello da te), soprattutto perché, nel caso di bugie e tradimenti, è impossibile pensare che non cambi nulla all’interno della coppia.

      Pensi che questo possa essere possibile (ora o in futuro) con la tua attuale compagna?

      Un saluto,
      Francesca.

      • L’anonimo

        Ciao Francesca,
        non credo. Penso che mi staccherebbe la testa per una cosa del genere… terrò duro in tutti i sensi (scusa la battuta stupida ma ci stava).

        Saluti e grazie
        L’anonimo

        • Ospite

          Ciao, io credo sia possibile e naturale la via della coppia aperta. In realtà tutti sono coppie aperte, solamente non lo sanno, perché i tradimenti intellettuali e/o carnali sono ubiquitari.

          La gelosia e la richiesta di fedeltà carnale è un innaturale cedere alle proprie paure imponendo al/alla partner di reprimersi e negare le proprie naturali pulsioni per paura che trovi qualcuno di meglio.

          Al contrario, trovo che lasciare libertà reciproca avendo fiducia che ci si tornerà sempre a scegliere reciprocamente anche dopo qualche innocua scappatella (purché ammessa sinceramente ovviamente) sia un modo molto più maturo, onesto e disteso di vivere la vita di coppia.

          Parlo così dopo sei anni e mezzo che vivo un rapporto sereno e profondo con la donna che amo e che sposerò, senza per questo pretendere di controllare il suo corpo né lasciare che lei controlli il mio o esiga da me bugie verso me stesso e verso di lei, come sono tutte le promesse di fedeltà di qualsiasi essere umano, che per natura è poligamo/poliandrico.

          son convinto che fra 100 anni si ricorderà la “fedeltà” con l’orrore con cui ora si ricorda per esempio lo ius primae noctis

  • Anonima

    Buongiorno,
    esattamente mi sono ritrovata nella stessa situazione però come parte dell’amante.
    Un pò di tempo fa ho cominciato a lavorare presso una ditta, io sono un tipo abbastanza socievole e cerco di parlare ed essere disponibile con tutti, il problema è che dopo aver passato il primo rinnovo di contratto il ragazzo che mi insegnava ha cominciato a cambiare atteggiamento nei miei confronti, non che non fosse stato carino e disponibile anche prima però iniziava ad abbracciarmi, accarezzarmi essere presente… e poi ha cominciato a scrivermi messaggi… messaggi che sono andati avanti tutti i giorni dalle 6.00 la mattina quando usciva di casa a quando rientrava la sera… premetto che lui ha poco meno di 40 anni è sposato ed ha tre figli, mentre io 35 e sono fidanzata da ormai un decennio.
    La storia in breve è continuata fino alla fine del mio contratto praticamente quasi un anno, tra alti e bassi, ci siamo visti qualche volta fuori dal lavoro quando la moglie lavorava e lui non avevi i figli… però sostanzialmente ci vedevamo in ufficio… Non era una cosa che mi andava a genio ma purtroppo per stare insieme l’unica possibilità era quella…
    Lui è stato insicuro quasi sempre e non voleva prendere una decisione.. si sentiva in colpa verso la sua famiglia… ripeteva spesso che era una situazione difficile, non paragonabile alla mia e che per quanto gli potessi piacere e volesse vedermi non riusciva a decidersi… (solo che però quando mi baciava ecc la sua coscienza non c’era…)
    Su quello lo capivo certo non era una cosa semplice mollare tutto poi lui era trapiantato in un paese da solo e la sua famiglia era da un altra parte e se avesse lasciato tutto comunque il mantenimento per i figli minorenni lo avrebbe spennato…però se si vuole bene a una persona certi rischi si devono prendere! Io non ho mai preteso ne chiesto che lasciasse la moglie solo non volevo che non mi prendesse in giro e parlasse chiaro. Credo che lui essendo assolutamente super succube della moglie non era in grado per quando la storia gli potesse interessare, a gestirla.. si è trovato in una cosa più grande di lui e non sapeva da che parte uscirne.
    Gli ultimi giorni ho cercato di farmi dire come volesse rimanere con me visto che lui non poteva mai uscire e l’occasione di vederci al lavoro non esisteva più in quanto avrei terminato ma lui ripeteva sempre che non lo sapeva e l’ultima frase dopo che mi aveva baciato è stata “ci sentiamo”….
    Alla fine io ho finito di lavorare in quel posto e poi l’ho rivisto un paio di volte sempre in ufficio quando sono passata a prendere dei documenti. Lui era felice di vedermi e tutto, anzi mi parlava come se niente fosse, ma però non si è più fatto vivo..
    Sinceramente io ci stò ancora male, e ci sono stata male dall’inizio perchè mi sentivo una brutta persona soprattutto verso la sua famiglia ci ho impiegato un pò per accettare le sue avance… e per cercare di farmi andare bene la cosa, in quanto premetto che non ho mai tradito nessuno e mai mi è passato per la testa, però stavolta per quanto è stata una cosa bella e insolita è stata dura sia mentalmente che fisicamente, ho perso 10kg e sto mettendo a rischio gran parte della mia vita sentimentale perchè ho creduto troppo in questa. Avrei mille cose da chiedergli ancora sui suoi comportamenti e anche se ero consapevole che la cosa sarebbe finita, l’amicizia credevo proprio sarebbe rimasta… e non sò come comportarmi.

    Grazie saluti a tutti!

    • sara

      ciao io ho una storia molto simile alla tua..mi piacerebbe sapere come è andata…se sei riuscita ad uscirne…io sono disperata e sto distruggendo tutta la mia vita…non so più come fare, mi ritrovo a soffrire 24h al giorno, se vuoi ti lascio la mia email privata..

  • aidil

    Buongiorno a tutti, condivido tutto l’articolo a parte il ruolo dell’amante. Io sono amante da 7 mesi di un uomo sposato e sto benissimo nel senso non credo di essere innamorata di lui so che nn ci sarà futuro con lui e nemmeno lo desidero. Però posso dire che mi è stato vicino in momenti difficili e che mi ha aiutata molto a tirarmi su il.morale. Gli voglio tantissimo bene,gli sono affezionata, mi fa stare benissimo quando sono con lui ed avendo lui una famiglia,riesco però ad avere libertà di uscire con amiche,amici,fare quello che voglio nei weekend e la sera e godermi la mia libertà come non accadeva ormai da anni. Quello che non comprendo è l’incoerenza dei traditori. Egli è profondamente convinto di amare la propria famiglia di cui mi parla sempre come fossimo amici senza parlarne mai male, ma nel contempo si dice gelosissimo di me (all’inizio parlava solo di possesso ora di vera e propria gelosia), non vuole che altri mi tocchino ed escano con me – ovviamente non è a conoscenza di altri miei flirt nel frattempo – e’ molto dolce e gentile nei miei confronti e lo vedo dal suo sguardo che è”preso”. Tuttavia ogni tanto mi verrebbe da scuoterlo per chiedergli se si sente coerente, perché si erge a fautore di sincerità assoluta, si crede un ottimo marito xke nn fa mancare nulla economicamente e affettivamente alla famiglia dalle figlie e osa anche sparlare di terzi che tradiscono – vedasi il mio ex che ha avuto un momento di sbandamento che ci ha portato alla rottura del mio rapporto dopo 8 anni. Io mi chiedo come sia possibile che un traditore possa essere così incoerente ed esprimere giudizi su altri quando lui sta facendo la stessa cosa. A parte ciò,ora sto molto meglio e sto riacquisendo la mia vita giorno per giorno e la mia felicità personale anche grazie a lui e di questo non smetterò mai di ringraziarlo per tutto il sostegno che mi ha dato e mi sta dando!

  • Conan il Burbero

    Di fronte a questo bel vedere http://www.torchemada.net la risposta immagino che venga automatica

    • La

      Quindi Conan il Burbero tradisce per amore….

  • Pingback: Google()

  • nuvola

    Ciao,
    1 anno e mezzo fa ho incontrato in aereo un ragazzo che era seduto proprio al posto vicino a me, abbiamo iniziato a parlare fino all’uscita dall’aeroporto lui non mi ha più mollato finchè non mi ha chiesto il numero di telefono lui ha 35 anni, fatto sta che dopo 3 giorni di msg e telefonate molto dolci già ci sentivamo molto legati ( sembra stupido, ma sembrava di conoscerci da sempre), insomma doveva venire dove abito io perché siamo in due città diverse, al telefono mi ha confessato che era sposato da 3 mesi e che non voleva mentirmi, insomma potete immaginare mi sono venute meno le gambe, ma sentivo che dovevo vederlo perché mi batteva troppo il cuore era stato tutto così perfetto che mi sembrava una punizione ingiusta e quasi neanche ci credevo, insomma lui vive da anni lontano dalla moglie e torna da lei ogni 2 mesi in media e si ferma giù per 1/2 mesi, insomma da quando è venuto da me 1 anno e mezzo fa abbiamo completamente perso la testa l’uno dell’altro, siamo stati praticamente sempre insieme per un mese , lui ha detto che amava me e non la moglie, ha detto che non riusciva a lasciarla perché lei ha una malattia e che già l’aveva lasciata 2 anni prima del matrimonio e poi lei si è ammalata e lui con i sensi di colpa o per altro insomma sono tornati insieme e lui mi ha sempre detto che ha deciso di sposarsi per cercare di cambiare qualcosa nella sua vita di cui non era contento, io lo vedo innamorato perso di me ma non ha il coraggio di lasciarla, quando camminiamo per strada ci guardano tutti perché si vede quanto ci amiamo, abbiamo fatto tante cose insieme anche quando tornavamo nella nostra città di origine, ci sono stati dei periodi in cui abbiamo provato ad allontanarci per non farci del male, ma non ci riusciamo e non solo attrazione fisica ci sono i momenti, le emozioni, i discorsi e ad oggi dei bei ricordi con profumi e canzoni.
    ieri abbiamo passato ancora un altro week end insieme lui è tornato da giu in aereo e mi ha raggiunto poi in treno dove abito io a dormito da me e oi doveva lavorare e quindi siamo andati dove abita lui ( posto di lavoro) e abbiamo passato altre due giornate stupende, mi ha portato in un posto dove c’era la neve ( il 19 di giugno) si è fermato improvvisamente e ha scritto le nostre inziali in un muro di neve, e poi insomma abbiamo passato un’altra giornata stupenda, mi ha detto che la prossima volta che ci vediamo sarà o bianco o nero… ma io non ci credo…!! mi ha chiesto cosa pensavo io… ed io gli ho detto sinceramente che non pensavo lui scegliesse me! e lui ha detto “ok non diciamo più nulla…devi sempre pensare negativo”
    non so che fare…ho 30 anni e tutti mi dicono che merito di meglio e che non merito di stare così male che non mi manca niente .. ma io con la ragione lo so, il fatto è che per la prima volta ci ho messo davvero il cuore che ha preso totalmente il sopravvento non lasciandomi via di scampo… quando siamo insieme ancora oggi vedo tanta complicità abbiamo tanti lati del carattere comune, lui riesce davvero a capirmi senza che io dica molto, mi chiede sempre finchè non sputo il rospo..anche se io ho la testa dura ed un bel caratterino anche abbastanza forte, ma la cosa strane è che io gli ho chiesto…” tu come mi vedi in questa storia?” e lui mi ha sorpreso, mi ha preso il viso tra le mani e mi ha detto ” fragile” a volte mi sento amata, altre volte parto prevenuta e come sempre penso al peggio e lo vedo come un diavolo che mi sta tirando nel baratro per quanto mi sento morire nel deprimere ciò che avrei voglia di fare…altre volte sono in silenzio e mi perdo nei nostri momenti perché provo una felicità indescrivibile.
    a volete vorrei davvero sparire, ho desiderato anche che lui mi facesse del male fisico e mi facesse sparire per provare lo stesso dolore che provo dentro in quello fisico.
    scusate se ho scritto male… ma è stato tutto di getto!
    vorrei che qualcuno mi dicesse qualcosa.

  • Miriam

    Ciao a tutti, innanzitutto i miei complimenti per i bellissimi articoli, sono veramente ben scritti e rispecchiano pienamente cosa provo io e cosa penso provi il mio lui. Vi racconto la mia storia nella speranza di qualche consiglio che mi aiuti a superare questo periodo. Comincio dicendo che tempo fa ho cambiato lavoro e dopo un po’ ho iniziato non so come una relazione con il mio nuovo capo, anche lui sposato. Il fatto di vederci tutti i giorni e stare a stretto contatto non ha fatto che alimentare il nostro rapporto fino a quando io non ho capito di essere perdutamente innamorata di lui e ho divorziato da mio marito. Il mio ex ha cominciato a pedinarmi, ha scoperto tutto ed è andato a raccontarlo alla moglie, ma lei ha detto di non credergli, a parer mio fingendo per illuminazione bene della sua famiglia. Io sono andata avanti con le pratiche della separazione con momenti davvero difficili in cui quest’uomo ha saputo starmi accanto, sorreggermi, capirmi…come si dice nell’articolo ho davvero trovato la persona perfetta per me. Lui ha sempre detto di amarmi e di desiderare un futuro con me, addirittura che avrebbe voluto fare un figlio con me. A distanza di tempo (sono passati più di 2 anni dall’inizio della relazione) mi son resa conto che non lascerà mai la moglie e ho deciso di chiudere io questo rapporto. Lui sembra starci male ma continua a dirmi che prima o poi lascerà la moglie, che è solo una questione di tempo. Io mi sento morire dentro, cerco in tutti i modi di non ricaderci, di non credergli, ma lo amo tantissimo. La mia domanda è questa: come faccio a staccarmi da lui, se lo amo e se lui tutti i giorni cerca di riconquistarmi in tutti i modi? Ho già cercato di spiegargli che così mi fa solo male…ho cercato un altro lavoro, senza successo…cosa posso fare per tentare di andare avanti e non crogiolarmi tutti i giorni in un amore senza sbocchi?

    • disillusa15

      sono nella tua stessa situazione….. storia che dura da 3 anni lui perfetto ma non lascia la moglie cosa fare? io sto provando a uscire e conoscere altri per trovare un uomo che sia solo mio……. anche se lui continuo ad amarlo….

  • Silvia

    Mi chiedo solo se tutti gli uomini sono cosi o se c’è speranza di incontrare uomini normali che banalmente amino la propria donna senza tradirla

    • GGG

      ciao Silvia, vorrei rispondere alla tua domanda. Avevo 27 anni quando mi misi insieme a una ragazza di 33 anni sposata (al suo paese di origine, il marito era la). Nel ns. rapporto c’è sempre stata massima fiducia reciproca e amore reciproco (o almeno credevo), anzi, è stata l’unica persona in vita mia che mi ha veramente dato molto aiutandomi a crescere come persona.

      A circa 1 anno/1 anno e mezzo che eravamo insieme mi disse che voleva fare una famiglia con me; io ero sicuro dei miei sentimenti per lei, da un lato però avevo timore di diventare padre (timore che mi feci passare tempo dopo dicendo a me stesso che nessuno nasce sapendo come si fa il genitore e sopratutto sapendo che era lei la persona giusta per me), dall’altro mi fece questa richiesta in un momento cupo della mia vita dove, ero senza lavoro, umore pessimo e quasi assente per queste difficoltà. Da circa 6 mesi ci vediamo solo nei weekend perchè mi sono dovuto trasferire a 140km di distanza per lavoro, l ho fatto perchè credevo in questi progetti. Nonostante dicesse di amarmi, solo pochi giorni fa mi disse che 2 anni in dietro non divorziò per “pararsi il culo” a casa sua, nonostante non amasse il marito.

      Tante volte ho resistito alla “tentazione” di farmi una scappatella con qualche ragazza tanto per divertirmi, non l ho mai fatto perkè ho sempre amato la mia ragazza e sapevo che non sarei riuscito a guardarla negli occhi se mi fossi comportato in questo modo nei suoi riguardi e se l’avessi ferita…non volevo rovinare il ns. rapporto, nonostante alcune difficoltà (l’ho sempre amata).
      Ora che il lavoro mi va bene e che potremmo iniziare una vita insieme lei ha deciso di andarsene…

      Cosa ho capito da tutto ciò? Non so sei sia una questione di “convenienza” (che sia economica o ricerca di attenzioni/affetto), o egoismo che ti porta a tradire e a voltare le spalle quando non sai più che risposte dare a chi ti sta vicino…sicuro è che una persona in queste situazioni deve fare prima di tutto CHIAREZZA CON SE STESSA, prima di mettersi in un rapporto e chiedere di fare progetti (che poi non manterrà).

      Tu potrai anche dire che ero al corrente della situazione…certo, che ne ero al corrente ma in un rapporto penso che sarebbe giusto, sia nel bene che nel male, dirsi propri punti di vista, per una questione di rispetto per l’altro. Meno male che ho marcato io la mano negli ultimi mesi…altrimenti fino a quando sarebbe andata avanti così???
      Personalmente, impostare 3 anni della propria vita volendo realizzare dei progetti con la persona che ami e non solo scoprire che non le interessano più (ho capito che può capitare purtroppo), ma che DA TEMPO NON LE INTERESSAVANO PIU’, ti fa capire che hai fatto solo sacrifici per nulla e probabilmente credevi anche nella persona sbagliata. Da oggi ANCH’IO SARO’ PIU’ EGOISTA A QUESTO PUNTO. Ciao e grazie x aver letto il mio sfogo.

  • Lin66

    Scusate vorrei dire la mia. Sono stata lasciata da mio marito 11 anni fa per un’altra donna. Il mio ex marito sta attualmente ancora con questa donna e hanno avuto anche un figlio. Mi spiegate dove sta scritto che il marito non si puo’ innamorare dell amante? Ma viviamo nell 800? Mettiamo sugli altari mogli e mariti come se il matrimonio fosse sancito con il sangue. Siamo persone fatte di carne e ossa…con sentimenti….se il matrimonio non va non va! Forse è quella persona che abbiamo sposato anni fa quella sbagliata…forse dovevamo anicora incontrare quella giusta….grazie alla legge sul divorzio non sei piu’ costretto a stare con una persona che non ami piu’ ….io paradossalmente ringrazio il mio ex marito per avermi dato la possibilita’ di rifarmi una vita con un uomo che mi ami veramente….i figli stanno meglio in una situazione di genitori separati piuttosto che in una coppia sposata dove regna la falsità e l ipocrisia….e provo molta pena per quelle mogli o mariti che scendono a compromessi nonostante sappiano…..come diavolo fanno? Il vigliacco non e’ solo quello che tradisce ma anche quello che subisce passivamente una mortificazione di questo genere…hanno paura del cambiamento o di quello che dira’ la gente e si nascondono dietro ai figli per non prendere una decisione….che tristezza…
    l

  • Nini

    beh puo succedere. C’é péro una differenza al tipo che tradisce la moglie spesso e sempre con altre donne, la o lui e molto superficiale o non gli frega niente. E un altra cosa se si innamora di un altra donna, non perché se le cercato ma perché e successo. E chiaro che non e l’ideale. A me non piaciono il tipi che tradiscono la moglie sempre – ma che ci state a fare? Come si puo dire ad una persona ti amo e avere cose nascoste? Per me questo non e amore. Ma che un storia puo finire dopo anni e possible…

  • Nini

    alla coppia aperta non ci credo…

  • anna

    Io vengo da un matrimonio fallito.
    Ora mi sono innamorata di un uomo sposato e non riesco a fare a meno di lui.
    A volte vorrei lasciarlo, perchè mi manca tutto quello che può darti un rapporto libero, ma mi sono resa conto che la mia è proprio paura di ritrovarmi ad affrontare una storia vera, per paura di deludere,di non essere al altezza e che finisca come è finito il mio matrimonio.
    Chi può amare una donna come me?
    Cosa posso offrirgli?
    Perchè un uomo dovrebbe amarmi?
    Lui dice di amarmi e che sono una persona speciale, ma penso che sia così solo pechè da me riceve quello che gli manca nella sua vita matrimoniale, ed è per questo che in fondo non vorrei mai che lasciasse la sua famiglia.
    ma cosi facendo mi sento logorata e sola e on riesco a dare spazio a nessun altro.

  • Pingback: Maria Smith()