Il Tuo Ragazzo è Immaturo. Cosa devi Fare?

Se un uomo (o un ragazzo) è immaturo è giusto lasciarlo? Ecco le valutazioni da fare quando non sappiamo se sia meglio agire per la nostra felicità o per la sua.

Venor - Seduzione Sesso Amore
È giusto lasciare il mio ragazzo se è immaturo? - Venor Vero Amore
Io non voglio diventare adulto, non puoi costringermi…
Peter Pan

Come puoi sapere se tenere o lasciare un ragazzo immaturo sia la scelta migliore per te? A volte prendere la decisione giusta porta con se tanti ripensamenti, incertezze e dubbi… Proprio come è successo ad Elisabetta che li ha scritti su Answers. Riassumiamo i punti salienti della sua domanda:

  • Ha avuto una relazione molto importante durata per 7 anni con un ragazzo
  • La relazione è iniziata quando entrambi avevano 17 anni
  • Chi tra i due teneva più alla storia era il ragazzo, cercando di tenerla legata a sé essendo sempre presente e disponibile
  • Lui si è “formato” su di lei, su i suoi interessi e passioni, idealizzandola
  • Lui è sempre stato piuttosto immaturo, con ambizioni irrealistiche ma senza la voglia concreta di fare qualcosa per realizzarle (è stata lei a spingerlo a prendere il diploma e, successivamente, ad acquisire qualche competenza più pratica)
  • Lei vuole molto bene a lui, un amore quasi fraterno
  • Lei non prova per lui più alcuna attrazione fisica
  • Lo ha lasciato dopo aver accarezzato l’idea di tradirlo con un altro ragazzo
  • Prova “Sensi di colpa, affetto, nostalgia e tristezza… E a volte penso che tutto questo sia amore… Possibile che l’amore si manifesti ora? Io penso che la mia sia una sorta di dipendenza affettiva, ci sono momenti in cui penso che ho fatto bene e momenti in cui ho delle crisi che potrei descrivere come crisi d’astinenza e vorrei chiamarlo e dirgli che va tutto bene, che ci siamo sempre”
  • ”poi mi passano ma tutto ciò non mi fa andare avanti

Per concludere con la domanda:
“Come dimenticare tutto? Come mettere in pace il mio cuore e fargli capire che è finita? Come convincermi che accontentarsi è sbagliato, anche se in questo momento sembra la strada più facile?”

(La domanda originale è disponibile qui)

Perché lasciare un ragazzo o un uomo immaturo?

Ciao Elisabetta,
ti premetto già che secondo me hai preso la decisione giusta lasciando il tuo ragazzo. Ho una cara amica che vive tuttora nella situazione in cui hai vissuto tu, solo che lei non ha ancora preso coraggio e fatto il passo successivo nella sua vita. Stessa situazione, relazione nata alle superiori, il ragazzo che ormai è più una migliore amica che un compagno di passione e, come nel tuo caso, che non ha alcuna concezione di futuro e nessuna intenzione di realizzare qualcosa di concreto nella propria vita.

Puoi capire se un con un ragazzo o un uomo non potrai mai avere un futuro se presenta queste caratteristiche:

Come capisco se un uomo è troppo immaturo per me?

  • Lui si considera in qualche modo “inferiore a te”, per bellezza, per capacità e attitudini o per “spessore” di pensiero
  • La relazione è fortemente voluta più che altro da lui, che cerca di farla durare facendo leva più su meccanismi di obbligo che di piacere. Alcuni esempi sono:
    • Forte gelosia: pensa di tenerti legata a sé obbligandoti a star lontano da chiunque altro
    • Pietà: cerca di farti pesare il fatto che senza di te lui sarebbe perso
    • Nostalgia dei momenti passati: cerca di farti ricordare quanto ti sia stato vicino in passato
    • Paura: parla del fatto che una vita senza un “voi” possa essere brutta
    • Ricatto: minaccia di compiere gesti di estremo autolesionismo nel caso venga lasciato
  • Ha vaghe ambizioni del tipo “diventare famoso” o trovare immediatamente un lavoro per cui non ha ovviamente alcuna qualifica, ad esempio da dirigente
  • Non fa nulla per realizzare le sue irrealistiche ambizioni
  • Deve essere continuamente spronato ad andare avanti nella propria vita, ad esempio affrontare situazioni difficili, guardare in faccia la realtà, ecc
  • Deve essere forzato a vestirsi in modo opportuno nelle occasioni che richiedono un vestiario formale
  • Il suo atteggiamento, i suoi comportamenti, il suo vestiario e i suoi discorsi sembrano essere fermati all’epoca delle superiori

Nel tuo caso il tuo ex ragazzo presenta molti di questi punti, da qui il mio appoggio alla tua decisione di lasciarlo.

Ma separarmi da lui è dura!

Tu hai fatto un passo molto importante, un passo che ti permetterà di costruirti una vita con uomo che voglia rimboccarsi le maniche e creare con te il vostro futuro.

Adesso ti senti spaesata ed è normale. Il tuo ex ragazzo era comunque un’ancora nella tua vita e ti ha dato probabilmente tutto ciò che poteva darti.

Nel bene o nel male ha condiviso con te momenti molto importanti, in un periodo come quello delle superiori a cui è facile pensare con nostalgia (guardiamoci sempre dalla nostalgia… è un sentimento che ci tiene fermi, che ci impedisce di guardare avanti). Il suo “esserci” da amico ti mancherà e avrai bisogno di riorganizzare la tua vita per ritrovare la tua stabilità, ma quello che ti posso garantire è che ne sarrà valsa la pena.

Non soffochiamo mai il nostro domani perché abbiamo paura di soffrire oggi. A lungo andare si farà sempre più forte un sentimento di infelicità e di rimpianto per non aver preso una decisione tanto importante per noi. Con il passare degli anni, ci si rende conto facilmente di quali e quante occasioni si siano perse, spesso per una persona che non ne valeva davvero la pena.

Mi sento in colpa a lasciarlo così

Anche se avete passato dei bei momenti insieme, ora tu sei cresciuta ed hai bisogno di un uomo… non ti devi sentire in colpa per questo, è giusto e necessario che sia così.

Il tuo ex ragazzo ha scelto di rimanere immaturo e di andare avanti nella vita grazie a qualcuno che continui a trascinarlo. Se lo volesse, potrebbe maturare come chiunque altro. Ma lui non vuole. Ha deciso di vivere così.
Non è un tuo dovere perdere tanto tempo prezioso nel tentativo di cambiare il suo carattere da eterno Peter Pan, soprattutto perché solo lui potrà davvero decidere quando crescere. Non sarai tu a renderlo infelice rifiutando questo ruolo da sorella… Semplicemente, non è quello il ruolo che una donna dovrebbe svolgere in una relazione.

Quando finiscono queste relazioni, la scelta viene sempre presa da uno soltanto nella coppia, quello dei due che vuole andare avanti, quindi è normale sentire che la relazione non si sia conclusa del tutto. Questo accade perché l’altra persona è rimasta in sospeso, ma non spetta a noi sistemare questo punto. Chi dei due è rimasto indietro, dovrà accettare la separazione con i suoi tempi… e lo farà.

Conclusione

In definitiva puoi stare tranquilla Elisabetta, stai passando un momento difficile che però ti permetterà di crescere e sentirti sempre più Donna e di vivere di conseguenza, costruendoti cioé una relazione matura ed appagante.

Se vuoi puoi leggere l’articolo Come faccio a dimenticare il mio Ex Ragazzo? dove riportiamo qualche consiglio pratico per affrontare al meglio questa situazione.

Ti auguro di rimanere salda su questa scelta e di poter costruire il tuo futuro nel migliore dei modi!

Immagini tratte da Google Immagini
Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo
con le tue amiche!
Sei d'accordo con quello che abbiamo scritto?
Hai bisogno di un consiglio specifico?
Scrivicelo nei commenti!
⇣⇣
  • Elisabetta

    Ciao Francesca, sono la ragazza che ha fatto la domanda da cui hai preso spunto nel fare l’articolo. Ci hai preso in pieno – o quasi: pian piano sto cercando di elaborare tutto e mi sto rendendo conto che anch’io ho delle responsabilità, e che prima o poi per andare veramente avanti dovrò confrontarmi con lui e mettere in chiaro queste cose per permettere ad entrambi di trarre qualche insegnamento dalla nostra storia. Un errore – grande come una casa in realtà – è che anch’io ho affrontato la nostra relazione in modo immaturo, appoggiandomi a lui per colmare le mie insicurezze, senza realmente ritenerlo come la persona con cui volevo passare il resto della vita (va anche detto che non è una cosa che consideri a 17 anni)

  • Elisabetta

    È come se avessi avuto bisogno di una persona accanto, e poco importava CHI tale persona fosse. E adesso mi sono resa conto che non volevo che quella persona fosse lui, per quanto ci volessimo bene a vicenda e per quanto lui mi facesse sentire sicura. Questa consapevolezza mi sta tenendo a galla, e sento che è da qui che devo partire per ricostruirmi ed avere prima o poi la possibilità di costruire una relazione adulta

    • Ciao Elisabetta,
      direi che non hai nulla di cui biasimarti se a 17 anni hai iniziato una storia che semplicemente ti facesse stare bene. Se si aspetta nella speranza di avere una storia con l’uomo giusto… non si troverà mai l’uomo giusto ;-).

      Anche ora non devi sentirti assolutamente obbligata a “scegliere l’uomo della vita”, anzi. Quello che dovrai fare è cercare gli uomini che ritieni più compatibili con te, con il tuo carattere e le tue aspirazioni, e iniziare a frequentarli. Piano piano arriverai a conoscerti abbastanza bene da fare una scelta.

      Per quanto riguarda la storia con il tuo ex ragazzo non parlerei di “avere delle responsabilità”. Da quanto hai detto non sembra che possiate accusarvi di qualcosa. La relazione è andata semplicemente via via scemando perché non eravate compatibili come coppia.

      Siete entrambi cambiati e la relazione che poteva esistere fra i due ragazzi di 17 anni ora non è più in grado di tenervi legati e di farvi crescere. La relazione fra due persone deve essere come un libro dal finale aperto che esalti entrambi i protagonisti, non una gabbia che li condanni all’infelicità.

      Avrai sicuramente altre relazioni e avrai bisogno di farne finire la maggior parte (tutte… tranne una 😉 ) e non dovrai mai sentirti in obbligo di rimanere con un ragazzo solo per non farlo stare male. Cerca sempre la felicità e comportati bene verso chi si troverà a condividere una parte del suo cammino con te e non avrai mai nulla da rimpiangere o di cui sentirti in colpa.

      Un abbraccio,
      Francesca.

      • Elisabetta

        A distanza di un mese sono sempre più convinta della mia scelta… E sono cresciuta in queste poche settimane molto più che negli ultimi 3 anni almeno 😉
        Grazie!!!

        • Sono davvero felice per te Elisabetta e grazie a te per l’aggiornamento e per il tuo entusiasmo contagioso!