5 Consigli per Sopportare le Sue Abitudini Fastidiose

Magari all’inizio della relazione non ci facevi caso, ma dopo qualche anno, il suo modo di fare (o non fare!) è diventato davvero insopportabile. Ecco qualche consiglio per non impazzire.

Venor - Seduzione Sesso Amore
5 Consigli per Sopportare le Sue Abitudini Fastidiose - Venor
Niente ha bisogno d’esser modificato quanto le abitudini degli altri.
Mark Twain

All’inizio della relazione non ce ne accorgevamo nemmeno ma poi… quelle piccole fastidiose abitudini del nostro partner cominciano a farci impazzire!
Perché non è capace di abbassare la tavoletta del water? Perché non riesce a sollevare il coperchio per mettere la biancheria sporca all’interno del cesto e la lascia semplicemente lì sopra? Perché insiste nel mettere i bicchieri nel cestello inferiore della lavastoviglie anche se è ovvio che sia stato progettato per i piatti? Perché quando gli fai notare queste cose pronuncia la solita frase “Ma non me l’hai mai detto!”?

Sappiamo bene che litigare per queste “inutili” cose porta solo a rovinare il rapporto, ma anche tenersi tutto dentro rischia, a lungo andare, di farci esplodere per qualcosa di ancora più insignificante. Cosa fare allora?

Ecco 5 semplici consigli da seguire in queste situazioni.

1. Scegli le tue battaglie

Non si può litigare sempre e su tutto. Molte piccole cose possono essere sorvolate e a volte, può essere importante chiedersi: “Su questa piccola cosa, dato che non posso cambiare lui, posso modificare me stessa per ignorare o accettare questo comportamento?” Una volta accettato un piccolo difetto, sarà più facile concentrarsi e modificare quelli più importanti.

2. Ricorda che lui non è l’unico ad avere abitudini fastidiose

Nello stesso modo in cui lui, senza pensarci, fa qualcosa di estremamente fastidioso per te, puoi essere certa che tu fai la stessa cosa per lui. Nessuno è perfetto e pensare a questo, ti farà essere più empatica e disposta a sorvolare.

3. Spiega il perché

Se lui butta a terra la biancheria sporca, arrabbiarti non gli farà capire il tuo punto di vista. Spiegagli invece con calma cosa ti accade, ad esempio “so che è una scocciatura aprire il cesto della biancheria e portare lì i vestiti sporchi, ma quando li butti per terra, rendi la nostra casa caotica e questo mi fa sentire a disagio e poco considerata”. Nella maggior parte dei casi, a lui dispiacerà di averti fatto star male per una cosa simile e potrebbe cominciare a comportarsi civilmente.

4. Confronta i lati negativi con i positivi

Quando lui fa qualcosa di irritante, ci risulta difficile capire perché l’abbiamo scelto come compagno di vita. Quindi, appena senti di stare per impazzire, scrivi una lista di tutte le sue abitudini negative che non sopporti e, subito dopo, riempi una seconda lista con le cose che invece ami di lui (e assicurati che sia più lunga di quella precedente).
Appena farà qualcosa di irritante, pensa alla seconda lista e fai qualche respiro profondo. Del resto, è più amorevole che insopportabile 😀

5. Negozia una sua cattiva abitudine per una tua

Dato che sicuramente anche lui impazzisce per qualche tua cattiva abitudine, perché non proporgli di modificarla in cambio di una modifica da parte sua in alcuni suoi atteggiamenti? A volte questi “scambi di favori” aiutano a crescere e a migliorare i propri comportamenti perché si sente che anche l’altro sta facendo qualcosa di importante per noi. Tutto diventa quindi più semplice e piacevole, provare per credere 😉

Se per te la situazione rimane difficile da sopportare

È vero, queste situazioni, a lungo andare, possono rendere davvero difficile sopportare il nostro partner, ma dobbiamo ricordarci sempre una cosa: tutto va visto dalla giusta prospettiva. Continuare a litigare e incrinare il nostro rapporto di coppia per un asse del water alzato o perché lui si è dimenticato il nostro anniversario, porta solo a farci perdere momenti in cui potremmo comunque essere felici e ad allontanare da noi una persona che ci vuole bene e che non esiterebbe a darci il suo aiuto anche nei momenti più difficili.

Quindi, confrontiamo sempre il suo comportamento con i nostri veri valori, quelli più importanti e non dovuti a regole di etichetta che ci derivano più da come siamo state cresciute che da una reale e consapevole necessità (l’asse del water ne è l’esempio perfetto 😉 )

Questi consigli ti stono stati utili? E tu, come gestisci di solito le sue cattive abitudini?

Immagini tratte da Google Immagini
Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo
con le tue amiche!
Sei d'accordo con quello che abbiamo scritto?
Hai bisogno di un consiglio specifico?
Scrivicelo nei commenti!
⇣⇣