Come Convincerlo a Convivere

Vuoi passare al gradino successivo nella vostra relazione ma lui non si sente pronto? Ecco qualche semplice tecnica per fargli cambiare idea

Venor - Seduzione Sesso Amore

Se Vivete ancora con i Genitori

Come Convincerlo a Conviere se Entrambi Vivete Ancora con i Genitori  - Venor
Questo è il caso più delicato e richiede qualche riflessione aggiuntiva.

Se entrambi siete in casa con i genitori, gli scenari possibili sono solitamente 3:

  • Non potete permettervi una casa
  • Siete giovani
  • Non siete più “giovani”

Per il primo punto, purtroppo, non ci sono soluzioni se non trovare entrambi un lavoro e pazientare fino a che non potrete coronare il vostro sogno, per gli altri due punti invece, è possibile lavorarci un po’ 🙂

Se siete Giovani

Spesso noi donne siamo più mature rispetto ai nostri coetanei maschi e sentiamo il desiderio di iniziare una relazione seria che non comprende solo ufficializzare il fatto che “stiamo assieme”, ma anche il vivere assieme.

Se vuoi andare a convivere, dovrai però essere pronta ad alcune cose non proprio piacevoli:

  • Dovrai gestire accuratamente gli aspetti economici: la casa infatti comporta tantissime spese che non riguardano solo il far la spesa o le bollette. Dovrai infatti tenere da parte dei risparmi per affrontare le situazioni più critiche: si potrebbe rompere la caldaia, la lavatrice, potrebbe venire bisogno di sistemare le finestre, le porte, ricomprare piatti, bicchieri e tazzine che si romperanno (e stai certa che all’inizio se ne romperanno parecchi :D).
    Non ci sarà più quindi la spensieratezza delle uscite in discoteca o a cena fuori e non sempre potrai comprare ciò che ti piace.
  • Dovrai pulire la casa: noi donne siamo sempre state abituate a pulire la nostra camera o a tirare l’aspirapolvere, ma la pulizia vera della casa è in realtà un piccolo incubo quando non siamo abituate a farla. Soprattutto il bagno e i lavandini risultano ostici le prime volte, quindi, prima di gettarti nella convivenza, chiedi a tua mamma di farti pulire da cima a fondo la casa per almeno un mese. Può essere una buona palestra 😀
  • Avrai meno libertà: andare a vivere con il proprio ragazzo non è vivere libere. Dovrai tener conto dei suoi orari e delle sue esigenze (e lui farà lo stesso per te). Se compiuti i 18 anni potevi stare fuori fino alle 4 del mattino, beh, durante la convivenza, a meno che non usciate assieme, non sarà giusto farlo se vuoi che la tua relazione abbia un futuro.

Se nonostante questi avvertimenti sei ancora decisa, prova a risponderti alla domanda “Perché sono ancora decisa ad andare a convivere?“. Sviluppa bene questa risposta, perché queste dovranno essere le parole che userai per far capire anche a lui la bellezza della convivenza.

Prima della convivenza

Se le tue parole l’avranno convinto, non passate subito dal vivere con i vostri genitori ad una convivenza seria.

Prima di affittare una casa (mai comprare casa prima di aver passato almeno un anno di convivenza) passate prima una settimana o due in qualche albergo che affitta dei piccoli monolocali. Questo vi servirà per capire se riuscite a gestire gli spazi, i tempi e se state davvero bene assieme.

Non tenete conto di settimane di vacanza passate assieme. La convivenza la si può testare solo nella vita di tutti i giorni.

Se vedi che lui non ha nessuna intenzione di convivere, forse non è il ragazzo giusto per te, ma se lui ancora non si sente pronto (ma sei praticamente certa che si sentirà pronto in futuro) non ti scoraggiare e goditi ancora per un po’ una relazione “giovane” senza affrettare i tempi. Forse le motivazioni che ti fanno sentire pronta per la convivenza per lui non sono ancora abbastanza o le motivazioni che lo frenano sono più importanti.
Pian piano scoprirai come gestire i suoi dubbi e sarai in grado di affrontarli e trovare una soluzione soddisfacente per entrambi.
Se sei ancora giovane… non avere fretta 😉

Se Non siete più “Giovani”

Prima di convincere lui ad andare a convivere, dovresti valutare il perché ancora non stai vivendo sola. Se puoi permetterti una casa, anche piccina, potrebbe convenirti fare il grande passo da sola.
Prendi una casa per te prima che per voi, rigorosamente in affitto, in modo che tu la possa cambiare in futuro.

Se questa opzione è possibile, dopo potrai gestire la situazione seguendo la guida “se tu vivi sola“.

Se invece non puoi permetterti di prendere una casa e speri nel suo aiuto per andare a vivere assieme, dovresti considerare che potrebbe esser proprio questo a bloccarlo. Il problema in questo caso non è unicamente l’aspetto economico, ma anche e soprattutto l’aspetto psicologico.
Lui potrebbe infatti pensare che la relazione con lui ti interessi principalmente per poter andare finalmente fuori di casa, senza aver fatto nulla per arrivare a fare questo passo. In questo caso, prova a dimostrargli quanto ci tieni e quanto sei determinata, trovando ad esempio un piccolo lavoro, anche semplicemente come barista o commessa in un supermercato. Questa per lui sarà una prova importante del tuo amore e di quanto tu tenga alla vostra relazione.

Se lui è insicuro (leggi qui per capire come affrontare le sue insicurezze) dovrai essere tu a dargli delle certezze e a diventare indipendente e autonoma nelle tue scelte e in generale nella tua vita. Sarà molto importante infatti per il vostro futuro assieme che tu non dipenda totalmente da lui e che le tue soddisfazioni nella vita vadano oltre la vostra relazione.

Se non riesci subito a trovare lavoro, prova a concentrarti su qualche hobby o qualche tua passione che ti faccia essere sempre positiva e sorridente. Quando sarai serena sul tuo futuro, lui prenderà in considerazione più facilmente il “vostro” futuro 😉

Immagini tratte da Google Immagini
Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo
con le tue amiche!
Sei d'accordo con quello che abbiamo scritto?
Hai bisogno di un consiglio specifico?
Scrivicelo nei commenti!
⇣⇣