Cattivo Ragazzo e Bravo Ragazzo: Perché il Bad Boy è Più Affascinante

Non riesci a resistere ai cattivi ragazzi? Ecco l’articolo per te!

Venor - Seduzione Sesso Amore
Cattivo Ragazzo e Bravo Ragazzo: Perché il Bad Boy è Più Affascinante - Venor
Non si desidera ciò che è facile da ottenere.
Johnny Depp

Quando elenchiamo ad un’amica le caratteristiche che dovrebbe avere il nostro uomo ideale, partiamo sempre con tante belle doti positive: simpatico, dolce, romantico, gentile… è normale che sia così, o almeno, è normale fino a che non incontriamo il classico “bello e dannato” con cui tutte abbiamo avuto (o abbiamo desiderato ardentemente) una relazione.

Inutile dire che il classico “bad boy” non corrisponde esattamente all’uomo perfetto. Spesso è arrogante, narcisista e menefreghista nei nostri confronti, con una buona vena sadica che gli fa provare piacere nel vederci soffrire e struggere per lui.

Perché allora ci attira tanto?

Cosa ci attrae del cattivo ragazzo

Quando si è in presenza di un cattivo ragazzo, i sentimenti verso di lui fanno perdere spesso il lume della ragione. La testa però non si spegne, anzi, ci dice freneticamente di allontanarci da lui, che non è l’uomo giusto, che non vale la pena soffrire per un uomo che mette solo se stesso al primo posto e che non ha a cuore il nostro benessere. Ma non la ascoltiamo, perché lui ci sta facendo provare qualcosa di diverso, di particolare.

Noi donne infatti, siamo propense a sentirci a nostro agio in situazioni ricche di emozioni e maggiore è la gamma di emozioni e più forti sono le sensazioni che proviamo. Più sono forti le emozioni, più ci sentiamo vive.

Un uomo che ci faccia spaziare frequentemente dalla gioia alla tristezza, dal piacere al dramma… ci fa provare per lui un’attrazione molto più forte di un uomo che cerchi “semplicemente” di farci stare bene.

Il bravo ragazzo tende ad essere dato per scontato. Non fa vivere i sentimenti contrastanti che fanno battere il cuore o l’eterno corteggiamento e l’incertezza del domani.
Il cattivo ragazzo è da conquistare ogni giorno ed è sempre una grande soddisfazione sapere che, anche oggi, siamo riuscite a tenerlo legato a noi.

Non vogliamo mai quello che ci fa bene

È un triste paradosso, ma ciò che ci attrae maggiormente è di solito la cosa meno indicata per noi come, ad esempio, mangiare un intero barattolo di nutella. Sappiamo che ci farà male, ma non riusciamo a trattenerci.

La ribellione (a una dieta come in amore) fa diminuire il nostro stress e aumenta l’adrenalina regalandoci una piacevole sensazione di libertà e felicità che, anche se è solo provvisoria (perché successivamente verremo divorate da sensi di colpa e avremo voglia di “punirci”) ci fa sentire che quella sia la cosa giusta da fare per vivere come vogliamo.

Andare contro gli schemi e scegliere l’uomo sbagliato per noi, ci attira proprio e unicamente per questo. Non vi è nulla di saggio o di giusto. È solo il desiderio di vivere come ci pare, andando contro alle regole “imposte dalla società” che spesso altro non sono che suggerimenti per vivere una vita piacevole e felice.

Come dicevano nel film “La verità è che non gli piaci abbastanza”: noi siamo la regola. Un cattivo ragazzo non sarà mai un buon compagno di vita a meno che per amore non diventi un bravo ragazzo (evento molto raro)… Unico problema? In questo caso perderebbe totalmente ciò che ti attraeva di lui.

Stare con un cattivo ragazzo può avere però risvolti positivi

Il cattivo ragazzo non è in realtà una totale perdita di tempo. È anzi forse l’uomo migliore per capire cosa desideriamo realmente da una relazione. È l’uomo che riesce a farci capire meglio di chiunque altro che noi meritiamo di più di un compagno di vita pessimo come lui.

Ci farà apprezzare pienamente una relazione che sia basata su amore e rispetto reciproci e non su sbalzi emozionali legati al suo egoismo e al suo alterno interesse e disinteresse nei nostri confronti.

È per questo che spesso, dopo l’adolescenza (ricca di incontri e piccole relazioni con cattivi ragazzi), la ricerca di emozioni si trasforma via via nella ricerca di solidità (pur non perdendo l’attrazione verso il cattivo ragazzo).

Noi donne abbiamo quindi bisogno di passare per una relazione complicata per poter capire non solo ciò che vogliamo, ma anche quello per cui vale la pena provare emozioni.

Conclusione

Se quindi hai una relazione con un cattivo ragazzo (o comunque vorresti averla), non trattenerti. Vivila e sfruttala, ma con la consapevolezza che quella non dovrebbe mai essere o diventare una relazione definitiva. Non sarà mai una relazione che potrà rendere felice la tua vita… per quello, è necessario un bravo ragazzo che sappia essere “cattivo” solo nei momenti giusti 😉

Immagini tratte da Google Immagini
Hai trovato l'articolo interessante?
Condividilo
con le tue amiche!
Sei d'accordo con quello che abbiamo scritto?
Hai bisogno di un consiglio specifico?
Scrivicelo nei commenti!
⇣⇣